Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Viabilità, polo Meccatronica, caserma dei pompieri: vertice per la Rovereto del futuro

venerdì, 11 dicembre 2020

Rovereto – Incontro definito concreto e costruttivo, quello in Provincia, fra il presidente Maurizio Fugatti, assieme all’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli e il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, accompagnato a sua volta dall’assessore ai lavori pubblici Carlo Plotegher. Obiettivo: fare il punto sul protocollo d’intesa siglato a suo tempo fra Comune e Provincia, se necessario aggiornandone alcune parti, al fine di dare prospettive e slancio alla visione di “Rovereto del futuro” che contiene, su temi strategici come la viabilità, il nuovo Depero, la nuova caserma dei Vigili del Fuoco, il polo della Meccatronica, con il suo mix di ricerca, imprenditorialità innovativa e didattica. “Alla ripresa del confronto – sottolineano all’unisono gli interessati – abbiamo trovato una rapida convergenza su alcuni temi, come la possibilità di finanziamento della Caserma dei Vigili, mentre sul Depero resta aperto il dialogo, non tanto sui finanziamenti quanto sulla sede più idonea. Fra gli altri temi in discussione la viabilità, concentrandosi prima di tutto sulla realizzazione delle opere intraroveretane, come peraltro già previsto nel Protocollo. Su Meccatronica e Università prosegue il confronto con gli attori interessati, compreso il mondo della scuola, nella consapevolezza che quella rimane una partita strategica non solo per la città ma per tutto il Trentino”.

L’incontro si è concluso ribadendo la condivisione, da parte di Provincia e Comune, di un approccio concreto e non ideologico, su temi di grande impatto sociale che da tempo attendono risposta. A breve il dialogo riprenderà per affinare la messa a fuoco delle soluzioni più opportune.

Vediamo alcuni temi oggetto della discussione: confermato innanzitutto l’impegno sulla nuova Rsa, nell’area ex-Master Tools, mentre per il nuovo istituto Depero è emersa la volontà di approfondire in un tavolo tecnico la migliore collocazione. Se da un lato si era inizialmente pensato all’ex-Macello, dall’altro l’ipotesi ex-Gil consentirebbe molteplici vantaggi, in particolare recuperare un’area fatiscente, con la prospettiva di creare un polo unico artistico-umanistico con il liceo Filzi. Sì quindi al nuovo liceo artistico, con le risorse già individuate, ma sulla sede la discussione rimane aperta e sarà rapidamente approfondita.

Via libera anche alla nuova Caserma dei Vigili del Fuoco, un polo destinato a servire tutta la Vallagarina, per una spesa ipotizzata di circa 6 milioni di euro. La Provincia ne stanzierà una parte nel 2021 e una parte nel 2022.

Il “macrotema” viabilità: allo stato attuale da parte del Comune si è chiesto, in continuità con quanto già deciso a suo tempo, di dar corso alla realizzazione delle opere all’interno del territorio comunale sull’asse Est-Ovest, in particolare migliorando, mediante sottopasso, l’accesso all’area della stazione. In un secondo tempo si valuteranno gli interventi sull’asse Nord-Sud, “tenendo conto – ha sottolineato Fugatti – anche degli eventuali impatti dei lavori previsti sull’areale ferroviario in seguito al prosieguo dei lavori per il raddoppio della linea del Brennero”.

Confermato infine l’impegno per lo sviluppo dei vari poli che insistono nelle aree di Meccatronica e Manifattura. La Prom Facility si sta espandendo, continua ad esercitare il suo ruolo di attrazione nei confronti delle realtà innovative, in futuro sarà anche dotata di una passerella sospesa per i visitatori.

Confermati anche i progetti di sviluppo riguardanti la green economy, l’idrogeno, le biotecnologie, le “scienze della vita”, che chiamano in causa il Cibio, l’Università, il ruolo dell’area anche per favorire una positiva “contaminazione” fra didattica, alta formazione, impresa. Sfide importanti, come si vede, che sia la Provincia che il Comune di Rovereto sono ben intenzionati a raccogliere.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136