Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Trento, PATT all’attacco sulla questione Valdastico

giovedì, 25 giugno 2020

Trento – Il PATT va all’attacco sulla questione Valdastico. “La Giunta Fugatti ha gettato la maschera: con l’ultimo passaggio relativo all’inserimento nel PUP della Valdastico con uscita a Marco ha rinunciato ad ascoltare i cittadini e a voler risolvere i problemi dei trentini favorendo solo ed esclusivamente i veneti. Per noi autonomisti questo atteggiamento è inaccettabile perché mina alla base i fondamenti dell’Autonomia e dell’autogoverno. Non ne siamo stupiti, ma siamo vicini a tutte quelle persone che in questo momento si sentono tradite da questo modo di amministrare. Le obiezioni delle amministrazioni comunali della Vallagarina, i comitati spontanei, la nostra raccolta firme che ha certificato la posizione contraria di centinaia di Lagarini e non solo, la presa di posizione anche di abitanti della Valsugana, preoccupati dal fatto che il tracciato avvallato da Fugatti&Co. non risolva (o addirittura aggravi) i problemi delle vallate orientali del Trentino non sono state nemmeno prese in considerazione. Gli si è passato sopra come se nemmeno esistessero. I veneti ringraziano.

Simone Marchiori - PATTCome PATT, invece, ci prepariamo alla mobilitazione contro un tracciato che deturperá la Vallagarina, al fianco del territorio che pretende considerazione e ascolto.

E se la maggioranza provinciale ritiene di essere nel giusto, organizzi un referendum in Vallagarina: si ha forse paura dell’esito?“, commentano Simone Marchiori (nella foto), segretario politico PATT, Stefano Gatti, coordinatore PATT della Vallagarina e Lorenzo Conci, vice Presidente PATT.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136