Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Trento: messaggio di monsignor Lauro Tisi ai Focolarini

domenica, 9 febbraio 2020

Trento – Il saluto di monsignor Lauro Tisi ai Focolarini, in occasione della cerimonia del centenario della nascita di Chiara Lubich.

Centenario Lubich - cardinali - TrentoEminenza cardinale Francis Xavier, gli altri eminenti cardinali presenti, tutti i vescovi e sacerdoti, amici focolarini e popolo di Dio qui convenuto, benvenuti in questa chiesa cattedrale. La nostra comunità cristiana vi accoglie con gioia mentre fa memoria di questa sua figlia, Chiara Lubich, a cui lo Spirito Santo ha affidato il carisma dell’unità, suscitando in lei la straordinaria avventura di spingerlo fino ai confini del mondo. In questa mirabile missione Chiara ha trovato un padre ispirato nell’arcivescovo di Trento Carlo De Ferrari che seppe riconoscere nell’intuizione di Chiara il “dito di Dio”.

Questa cattedrale custodisce il grande crocifisso, dallo sguardo intenso e commovente, che vegliò sui Padri del Concilio tridentino. Mi piace pensare che questa immagine, tanto cara al popolo trentino, abbia contribuito a generare in Chiara l’incontro con il Cristo abbandonato.

Il volto del crocifisso offre, infatti, a Chiara la scoperta stupefacente che nel morire di Gesù incontriamo l’apice dell’amore gratuito, da cui scaturisce la capacità di far divenire l’altro la nostra casa, la nostra dimora, la nostra patria. Passo decisivo, questo, per orchestrare la sinfonia della comunione nel quotidiano delle nostre comunità. Una benefica provocazione, anzitutto, per noi vescovi, chiamati con la nostra vita a narrare l’amore senza misura del nostro Dio, vivendo in maniera profonda la comunione tra di noi e il popolo di Dio a noi affidato.

Grazie anche a Chiara ci è concesso ora di vivere uno straordinario momento di comunione alla mensa dalla Parola e del Pane della Vita. A tutti, buona celebrazione“, arcivescovo Lauro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136