Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trentino, i vincitori del Premio Innovazione Pmi

venerdì, 11 settembre 2020

Trento – Si è svolta questa mattina nella cornice di Palazzo Roccabruna la cerimonia di consegna dei premi del concorso “Premio innovazione PMI” promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con Camera di Commercio e Confindustria-Trento. L’iniziativa, che ha avuto il patrocinio di APSTI ed EBN, i network rispettivamente nazionale ed europeo dei parchi scientifico-tecnologici, ha visto la partecipazione di 16 imprese del territorio, appartenenti a diversi settori produttivi: dalle biotecnologie al medicale, passando per la sostenibilità, l’Industria 4.0 e le tecnologie di localizzazione. Otto erano le aziende già iscritte nell’apposita sezione del Registro delle imprese (“sezione speciale” dedicata a start-up e PMI innovative) e otto, pur non figurando in tale elenco, avevano dimostrato di essere in possesso dei principali requisiti di iscrizione. Foto di Romano Magrone.

premioA vincere nella categoria delle società iscritte, aggiudicandosi un premio del valore di 15 mila euro, è stata Expert System, impresa roveretana che utilizza l’intelligenza artificiale per comprendere il linguaggio e supportare gli operatori ad analizzare e valorizzare le informazioni.

Nella categoria delle imprese non ancora iscritte, il primo posto è andato ad Immagina Biotechnology, alla quale va un premio in servizi per un valore di 10 mila euro. L’impresa, con sede a Trento, ha sviluppato una piattaforma per l’analisi cellulare dei ribosomi dedicata alla ricerca farmaceutica e biomedica.

premio1Nel corso della cerimonia il Segretario generale della Camera di Commercio di Trento, Alberto Olivo, ha portato alle imprese il saluto e le congratulazioni del presidente Bort, che non ha potuto essere presente, e ha ricordato che l’Ente camerale promuove la cultura dell’innovazione come strategia prioritaria per lo sviluppo del territorio: “Ogni giorno – ha dichiarato – siamo testimoni diretti di fatti nuovi, sconvolgenti che cambiano la realtà più di quanto, anche solo un anno fa, potevamo immaginare. Sono trasformazioni che stanno definendo un nuovo assetto della società che ci tocca direttamente. In questo scenario la cultura dell’innovazione è condizione indispensabile per la sopravvivenza della nostra stessa economia”.

Nel congratularsi con i vincitori il direttore operativo di Trentino Sviluppo, Paolo Pretti, ha sottolineato l’originalità del concorso e ha annunciato l’intenzione di proporlo anche a livello nazionale: “Abbiamo lanciato l’iniziativa in pieno lockdown sia per testimoniare la ferma determinazione nel continuare l’opera di stimolo alla crescita di nuove iniziative sia perché siamo convinti che proprio in momenti di grande cambiamento, l’innovazione vada promossa con strumenti specifici, come questo bando che rappresenta una novità assoluta in Italia. Proprio l’interesse riscosso nelle aziende del territorio – ha concluso Pretti – ha fatto sì che aprissimo un dialogo con il Ministero dello Sviluppo economico, l’associazione dei parchi tecnologici italiani Apsti e Unioncamere per riproporre nei prossimi mesi il premio a livello nazionale”.

Non mancherà una riedizione anche in ambito locale – ha precisato l’ingegner Luca Capra, vice direttore Area incubazione e start-up di Trentino sviluppo – dedicata ad altri aspetti dell’innovazione aziendale rispetto a quelli privilegiati nel primo bando.

Partner strategico nell’ideazione e promozione del concorso è stata anche Confindustria-Trento, rappresentata a Palazzo Roccabruna dal vice direttore, Alessandro Santini: “Per Confindustria questa iniziativa si inserisce nell’ambito di un dialogo continuo con Trentino Sviluppo sui temi dell’innovazione e con la Camera di Commercio su quelli della digitalizzazione d’impresa. La trasformazione digitale e l’innovazione sono la chiave per il rilancio di un’economia fortemente provata dai colpi inferti dalla pandemia. In un periodo caratterizzato da una forte scarsità di risorse la collaborazione fra soggetti pubblici e privati, fra istituzioni ed associazioni di categoria è una buona prassi che non possiamo permetterci di trascurare”.

Esprimendo soddisfazione per il riconoscimento assegnato, i rappresentanti delle aziende premiate, Filippo Nardelli, managing director della divisione Trentina di Expert System e Massimiliano Clamer, fondatore di Immagina Biotechnology, hanno ritirato i diplomi di merito dalle mani del dirigente dell’Area promozione e sviluppo della Camera di Commercio, Michele Passerini.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136