QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tesero: trent’anni fa la tragedia di Stava. Una settimana di eventi, il clou domenica 19 luglio

giovedì, 16 luglio 2015

Stava – Una serie di iniziative sono state organizzate durante la settimana dell’anniversario con il clou domenica 19 luglio, anniversario della catastrofe.
Tragedia Stava 1

Erano le 12.22’55” del 19 luglio 1985 quando una colata di fango, generata dal crollo della discarica di miniera costituita da due bacini sovrapposti dell’impianto di Prestavèl, distrusse l’abitato di Stava e parte dell’abitato di Tesero. La massa fangosa composta da sabbia, limi e acqua scese a valle alla velocità di quasi 90 chilometri orari e spazzò via persone, alberi, abitazioni e tutto quanto incontrò fino a raggiungere la confluenza con il torrente Avisio che solca la valle di Fiemme.

Lungo il suo percorso, la colata di fango provocò la morte di 268 uomini, donne e bambini, il ferimento di altre 20 persone, la distruzione completa di 3 alberghi, di 53 case d’abitazione e di 6 capannoni; 8 ponti furono demoliti e 9 edifici gravemente danneggiati. Al termine uno strato di fango tra 20 e 40 centimetri ricopriva un’area di 435 mila metri quadri circa per una lunghezza di 4,2 chilometri.

Nel corso della settimana dell’anniversario un ricco calendario di eventi, organizzato dalla Fondazione Stava 1985 Onlus assieme all’Associazione 19 luglio val di Stava, dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige, dalla Provincia autonoma di Trento, dal Comune di Tesero, viene promosso per non dimenticare e trasformare il ricordo di questa tragedia in “memoria attiva”.

Domenica si celebra il trentesimo anniversario della catastrofe, con una solenne cerimonia: i riti religiosi si articoleranno, come da tradizione, nella Via Crucis lungo la val di Stava nella serata del 18 luglio e, il 19 luglio 2015, nella messa di suffragio cui seguirà la processione lungo le vie di Tesero e la preghiera sul cimitero delle Vittime; quindi la cerimonia civile e un grande concerto all’aperto là dove sorgevano le discariche di miniera.

Giovedì 16 luglio 2015

ore 21 – Stava – edificio polifunzionale in piazza 19 luglio
Concerto del coro Genzianella di Tesero, dedicato ai coristi morti il 19 luglio 1985 in val di Stava.

La colata di fango del 19 luglio 1985 travolse e uccise fra i tanti anche Beppino e Giuliano Mich, Felice Antoniazzi e Lucio Deflorian che erano coristi, nel tempo libero, del coro Genzianella di Tesero.

Venerdì 17 luglio 2015

Ore 18 – Stava – Centro di documentazione della Fondazione Stava 1985 Onlus
Tavola rotonda sull’enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”, organizzata dall’associazione culturale “l’Unione”.

Il 17 luglio 1988 Karol Woytila visitò il cimitero di San Leonardo a Tesero e ciò che era rimasto di Stava per esprimere vicinanza ai familiari delle Vittime dopo il disastro ambientale di 30 anni fa. L’incontro sarà introdotto dal breve filmato “Un Papa in ginocchio” che Alberto Folgheraiter ha realizzato per la sede RAI di Trento per fare memoria del pellegrinaggio di Karol Wojtyla il 17 luglio 1988 sui luoghi del disastro di Stava.

Sabato 18 luglio 2015

ore 20.30 – dalla località Pesa in val di Stava
Via Crucis con arrivo alla Chiesetta “la Palanca”
La Via Crucis sarà accompagnata dai canti religiosi dei cori Parrocchiale, del Giovanile e Genzianella di Tesero. Come ogni anno, nel corso della Via Crucis saranno letti i nomi delle 268 Vittime della val di Stava.

Domenica 19 luglio 2015 – Trentesimo anniversario della catastrofe

ore 10 – Tesero – Chiesa Parrocchiale
Messa di suffragio presieduta dall’arcivescovo di Trento monsignor Luigi Bressan
a seguire processione lungo le vie di Tesero fino al cimitero delle Vittime adiacente alla chiesa di San Leonardo
La processione sarà accompagnata dal coro Parrocchiale e dalla banda sociale Erminio Deflorian di Tesero.

ore 11.30 – Tesero – cimitero delle Vittime, chiesa di San Leonardo
Deposizione di corone di fiori al monumento in memoria delle Vittime della val di Stava, benedizione delle tombe e preghiera

ore 13.00 – Stava – edificio polifunzionale in piazza 19 luglio
Cerimonia civile di commemorazione delle Vittime
Interverranno: il sindaco di Tesero Elena Ceschini, il governatore del Trentino Ugo Rossi e il presidente della Fondazione Stava 1985 Onlus Graziano Lucchi.

ore 11 – 16 – Stava – Centro di documentazione – monte Prestavèl
Escursioni guidate sui luoghi che furono teatro dell’attività mineraria in val di Stava
I partecipanti verranno accompagnati dagli operatori delle memoria e dagli accompagnatori di territorio, il percorso richiede all’incirca tre ore di camminata su facili sentieri e strade forestali.

ore 16 – Prati di Pozzole, nell’area dove sorgevano i bacini di decantazione crollati il 19 luglio 1985 (in caso di pioggia ore 21, centro congressi di Cavalese)
Concerto: “SOUVENIR D’UN LIEU CHER”
Tre i protagonisti dell’evento sonoro: Ilya Grubert che fin dal suo debutto all’età di 14 anni è entrato nel novero dei più grandi interpreti mondiali del violino aggiudicandosi il Paganini di Genova e il Tchaikovsky di Mosca, esibendosi come solista delle più importanti orchestre mondiali; Gianluigi Trovesi, un’icona del jazz che pone da sempre al centro del proprio universo espressivo l’incontro fra jazz e musica europea, sia colta che popolare, fra tradizione e modernità; i Virtuosi Italiani diretti da Alberto Martini, una delle orchestre più versatili e vitali del panorama musicale italiano.
Il concerto è promosso dall’Associazione 19 luglio val di Stava ed è organizzato dalla Provincia autonoma di Trento e dal Comune di Tesero in collaborazione con la Fondazione Stava 1985 Onlus.

Lunedì 20 luglio 2015

ore 21 – Tesero – Auditorium Luigi Canal in piazza Cesare Battisti. Presentazione in anteprima della graphic novel “L’estate in cui Stava ci venne a cercare”
La graphic novel, con i testi di Silvia Pallaver e i disegni di Elia Tomaselli – Round Robin Editrice – è un lavoro diverso e accattivante, tramite il quale i due autori trasmettono in modo originale i loro anni trascorsi a Tesero dopo il 19 luglio 1985.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136