Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Terme di Boario riferimento per le cure, De Giacomi: “Offerta ampia, ora l’iniziativa bambini in salute”

giovedì, 17 settembre 2020

Darfo Boario Terme – La salute passa dalle Terme, le cure sono importanti a tutte le età e ancor di più lo sono nell’anno del Covid-19. Da questa settimana c’è una novità per i ragazzi con età inferiore ai 14 anni che seguiranno un ciclo di cure alle Terme di Boario (Brescia) il costo sarà della sola ricetta, 3.10 euro, mentre i gruppi stanno frequentando le Terme, seguendo le varie terapie. Sono settimane intense, con richieste sempre più numerose da parte di gruppi.

Bambini in salute – Alle Terme di Boario, per tutti i minori di 14 anni, residenti in Lombardia, indipendentemente dal reddito familiare, sarà valida l’esenzione E11 dalla quale finora erano escluse le cure termali. Anziché versate il ticket di 55 euro per il ciclo di cure pagheranno la quota di ricetta, pari a soli 3.10 euro.

Sergio De Giacomi 1Terme di riferimento - Le Terme di Boario sono oggi un punto di riferimento, non solo per gli abitanti della Valle Camonica e della Lombardia, nel recupero funzionale motorio e neurologico post traumatico, chirurgico e patologico. “In questi mesi - spiega dottor Sergio De Giacomi (nella foto), medico coordinatore sanitario alle Terme di Boario – abbiamo avuto un recupero di persone che frequentano le Terme e questo va nel trend degli ultimi anni, con lo spostamento delle cure a finire estate-inizio autunno”.

“Le presenze – prosegue De Giacomi – vedono una maggioranza da parte dei lombardi, ma abbiamo gruppi provenienti da quasi tutte le regioni italiane, sopratutto Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Toscana, con richieste anche dal Sud e dalle Isole”.

darfo BoarioL’attività - La clientela è storica e l’attività delle cure termali proseguirà fino al termine dell’anno. I tipi di cure che vengono praticati alle Terme di Boario vanno da quelli classici a quelli innovativi in acqua: si parte dalle cure con i fanghi, terapie idropinica, riabilitazione motoria in acqua e in ambulatorio, per passare a tutti i cicli di cure termali e a tutte le attività e servizi di rete fino alla Moc, utilizzata per la diagnosi e cura dell’osteoporosi. Accanto ai trattamenti classici, è possibile, sempre su prescrizione medica, praticare esercizi assistiti, sia attivi che passivi, nelle piscine termali attrezzate con ausili specifici. La riabilitazione in acqua ha dimostrato come i benefici tratti siano superiori e in tempi brevi. Alle Terme di Boario ci sono quattro acque (Antica Fonte, Fausta, Igea e Boario) dalle preziose proprietà terapeutiche, caratterizzate da diversi gradi di mineralizzazione.

La prevenzione -Quest’anno – afferma Sergio De Giacomi - le cure delle Terme di Boario sono molto indicate nella prevenzione e cura delle patologie croniche delle prime vie aeree e broncopolmonari, come sinusite, bronchite, rinite, faringite, laringite. In particolare l’acqua Antica Fonte delle Terme di Boario è fra le acque termali più indicate per prevenire queste patologie, quindi una prevenzione delle malattie di stagione (raffreddori, allergie ndr.) e in questo senso registriamo un grande interesse e prenotazioni  in tutte le fasce d’età”.

Adelino Ziliani 0La novità -Da alcuni giorni - sottolinea Adelino Ziliani (nella foto), direttore delle Terme di Boario – c’è una grande novità: per tutti ragazzi – con età inferiore – ai 14 anni, residenti in Lombardia, è stata introdotta dalla Regione l’esenzione E11 dalla quale finora erano escluse le cure termali. Anziché versate il ticket di 55 euro per il ciclo di cure pagheranno la quota di ricetta di soli 3.10 euro”.

In quest’ottica i ragazzi avranno la possibilità – dopo l’orario scolastico – di frequentare le Terme di Boario e di seguire un ciclo di cure. Le Terme di Boario hanno avviato una campagna marketing su un emittente camuna per prevenire le malattie invernali, offrendo grandi opportunità agli abitanti della Valle. “Infine - conclude Adelino Ziliani – a chi frequenterà le Terme sarà donata una chiavetta con sei filmati su altrettante cure che potranno essere visionati e seguiti dal computer”. Un modo per fidelizzare gli abitanti della Valle Camonica alle Terme di Boario.

Intanto il Parco delle Terme proseguirà la sua apertura almeno fino alla seconda decade di ottobre e anche per l’inizio dell’autunno – con le regole e prescrizioni Covid-19 – sono in calendario eventi di grandi richiamo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136