Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Sesto, dipendente di un hotel col Covid-19: altri otto positivi rintracciati e isolati, l’albergo resta aperto

giovedì, 30 luglio 2020

Sesto – A seguito della positività di un dipendente di una struttura alberghiera di Sesto (Bolzano), emersa nella giornata di ieri, l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha immediatamente avviato l’indagine epidemiologica identificando i contatti stretti. I test effettuati hanno dato esito positivo su altri quattro dipendenti e su quattro familiari.

tamponi coronavirusTutte le persone risultate positive sono state immediatamente messe in quarantena. Due di loro presentano lievi sintomi da coronavirus. Nessuno dei dipendenti infettati della struttura ha avuto contatti diretti con gli ospiti. Già ieri erano state avviate le procedure di test su tutti gli altri collaboratori della struttura, domani inizieranno i test sugli ospiti dell’albergo. Finora non sono emersi altri casi di infezione.

Anche le indagini epidemiologiche in ambito familiare sono state avviate immediatamente. Dato che due dei contatti stretti operano nel settore alberghiero, i controlli sono stati estesi ad altre tre strutture di Sesto e della provincia limitrofa. Sono già iniziati i test anche sul personale di queste strutture; a partire da domani saranno testati tutti gli ospiti delle strutture interessate.

Secondo Dagmar Regele, Primaria del Dipartimento di Prevenzione, non si può ritenere, in questo momento, che la struttura alberghiera interessata venga chiusa: “Se non vengono rilevate nuove infezioni durante gli ulteriori test sia sul personale che sugli ospiti, è probabile che la struttura possa rimanere aperta“. Le persone infette sono state isolate immediatamente; i locali interessati sono in fase di sanificazione.

L’Azienda sanitaria dell’Alto Adige è in stretto contatto con i singoli proprietari delle strutture turistiche interessate. La massima priorità è la sicurezza dei dipendenti, degli ospiti dell’hotel e della popolazione locale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136