Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ponte di Legno, la scuola Regina Elena riaprirà a luglio e agosto: le modalità

venerdì, 5 giugno 2020

Ponte di Legno – La scuola dell’infanzia di Ponte di Legno (Brescia) sarà riaperta dal 1° luglio fino al 31 agosto. La decisione è stata adottata dalla Fondazione della scuola paritaria Regina Elena, presieduta da Fausto Maroni che negli ultimi anni ha potenziato la struttura e l’offerta scolastica al servizio delle famiglie di Ponte di Legno.

Ponte di Legno - scuola infanziaDa ieri sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza della struttura in base alle regole che sono state fissate per la riapertura della scuola e la ripresa dell’attività. “Stiamo predisponendo il piano sicurezza, secondo le nuove prescrizioni fissate da Governo e ordinanze regionali per essere pronti alla riapertura – spiega la professoressa Luisa Longhi, coordinatrice della “Regina Elena” di Ponte di Legno -. I cambiamenti saranno radicali, partendo dall’ingresso, poi ciascuna maestra lavorerà con gruppi di cinque bambini”.

Ponte di Legno Fondazione Regina ElenaIl presidente Fausto Maroni e il consiglio della scuola Regina Elena hanno raccolto le esigenze delle famiglie di Ponte di Legno che durante il periodo estivo lavoreranno e hanno deciso di aprire la scuola nei mesi di luglio e agosto. Le iscrizioni sono state aperte nei giorni scorsi e il tetto delle iscrizioni è fissato a dieci bambini. Attualmente sono già otto gli iscritti. Il costo è di 600 euro al mese, ma le famiglie potranno beneficiare del bonus previsto nei provvedimenti del governo, con costi che saranno quindi limitati. Il servizio scatterà dal 1° luglio e le due maestre prenderanno in consegna cinque bambini ciascuno.

“I bambini – conclude la coordinatrice Luisa Longhi - quando arriveranno alla scuola troveranno una specie di triage, saranno presi in consegna dalle maestre e durante la giornata avranno un loro percorso. I due gruppi da cinque bambini saranno ben divisi”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136