Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Olimpiadi Invernali 2026: piano viabilità tra Milano e Bormio

sabato, 28 settembre 2019

Bormio – Realizzare un asse diretto tra Milano e Bormio sia sul fronte viario che su quello ferroviario. Sono queste le proposte emerse dal convegno “Riqualifichiamo i collegamenti tra Milano e la Valtellina”, organizzato dal Pd regionale sui collegamenti tra Milano-Sondrio-Bormio, in vista anche delle Olimpiadi Invernali 2026.

Sul fronte della viabilità, i punti più critici sono sulla statale 36 il tratto da Giussano a Lecco e il tratto del lago, mentre sulla stale 38 il nodo di Tirano e la tangenziale di Sondrio con il passaggio a livello nella parte nord che è allo studio un progetto per superare la criticità. Le ferrovie, secondo il presidente della Provincia di Sondrio, Elio Moretti, “sono la priorità, ma anche l’anello debole sul nostro territorio. Non chiediamo molto, solo il minimo che ci meritiamo. Io credo che un traforo, prima o poi, andrà fatto”.

Tra i relatori tecnici (Luciano Minotti e Luigi Legnani), amministratori locali e consiglieri  regionali del Pd (Raffaele Straniero e Fabio Pizzul). Tra le proposte quella di agganciare “il treno” delle Olimpiadi invernali 2026 e completare entro il 2024 il piano delle opere pubbliche.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136