Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Nuova ordinanza in Alto Adige, didattica a distanza nelle scuole: ecco gli unici ‘garantiti’ in presenza

venerdì, 13 novembre 2020

Bolzano – Dal 16 al 20 novembre sospesa l’attività didattica in presenza nelle scuole. Garantite le lezioni in presenza nelle scuole primarie e dell’infanzia per i figli di alcune categorie lavorative.

La nuova ordinanza in vigore in Alto Adige da sabato 14 novembre comporterà alcuni cambiamenti nel mondo della scuola. Da lunedì 16 a venerdì 20 novembre compreso sarà sospesa l’attività didattica in presenza nelle scuole dell’infanzia, nelle scuole primarie e nelle scuole secondarie di I grado. Nelle scuole superiori, come noto, la didattica a distanza è già stata attivata. Le lezioni in presenza saranno garantite nelle scuole primarie e dell’infanzia per i figli di alcuni lavoratori che non hanno la possibilità di lavorare da remoto. Si tratta di impiegati nel settore medico, infermieristico o dei servizi sociali, nell’ambito del commercio di generi alimentari o di beni di prima necessità, nelle forze dell’ordine, nelle organizzazioni di soccorso o nel settore della Protezione civile, in farmacie o parafarmacie, nel settore del trasporto pubblico locale, nel settore postale, oltre al personale pedagogico, insegnante, di assistenza all’infanzia o collaboratore all’integrazione, che presti servizio in presenza. In questo caso, i genitori o coloro che esercitano la potestà dei figli devono compilare un’autocertificazione per l’ammissione alle lezioni o per il sostegno pedagogico in presenza e presentarla alle scuole e agli asili.

Scuole dell’infanzia

La richiesta di ammissione all’insegnamento e all’accompagnamento pedagogico in presenza potrà essere presentata per la scuola dell’infanzia anche dai genitori o esercenti la potestà genitoriale, che si trovano in una comprovata situazione sociale difficile, oppure in una situazione critica, collegata alla assistenza di un bambino o di una bambina con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92.  La domanda deve essere presentata direttamente all’asilo in forma cartacea o inviata per e-mail direttamente all’asilo (non alla direzione). Per tutti gli altri bambini, la supervisione pedagogica in presenza è sospesa. La normale attività della scuola maternariprenderà lunedì 23 novembre 2020.

Scuole primarie

Anche per le scuole primarie la richiesta di ammissione all’insegnamento e all’accompagnamento pedagogico in presenza potrà essere presentata dai genitori o esercenti la potestà genitoriale, che si trovano in una comprovata situazione sociale difficile, oppure in una situazione critica, collegata alla assistenza di un bambino/una bambina con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92.  La domanda deve essere presentata direttamente alla scuola in forma cartacea o inviata per e-mail direttamente all’istituto (non alla direzione). La normale attività nella scuola primaria riprenderà lunedì 23 novembre 2020.

Scuole secondarie di primo grado

Per la scuola secondaria di I grado (scuola media) possono presentare la richiesta di frequentare la scuola in presenza anche i genitori o esercenti la potestà genitoriale, che si trovano in una situazione sociale difficile e sono seguiti dai Servizi Sociali, oppure che si trovano in una situazione critica, collegata alla assistenza di un bambino/una bambina con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92. Le richieste vanno inviate alle direzioni scolastiche competenti. Tutte le famiglie sono state preventivamente informate sulle tempistiche e le modalità per l’invio dei modelli di autodichiarazione.

Scuole secondarie di secondo grado

Nelle scuole secondarie di secondo grado (scuole superiori) dell’Alto Adige è già attiva la didattica a distanza. Così come previsto per le scuole medie, possono presentare la richiesta di frequentare la scuola in presenza anche i genitori o esercenti la potestà genitoriale, che si trovano in una situazione sociale difficile e sono seguiti dai Servizi Sociali, oppure che si trovano in una situazione critica, collegata alla assistenza di un bambino o una bambina con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92.

Domande da presentare entro il 13 novembre

La domanda di ammissione per le scuole deve essere presentata entro venerdì 13 novembre 2020 alle ore 12 mediante autodichiarazione da inviare tramite e-mail alla direzione scolastica competente.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136