Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lockdown e norme anti-Covid, Commercialisti-Censis: 460mila piccole e medie imprese a rischio

venerdì, 13 novembre 2020

Brescia – Arrivano altri numeri sulla catastrofe socio-economica scatenata dalla gestione anti-Covid e le limitazioni imposte dalle istituzioni che proseguiranno ancora per mesi.

Secondo il Barometro Censis-commercialisti – fondato sull’analisi e l’interpretazione delle opinioni di oltre 4.600 commercialisti italiani che hanno aderito al progetto Censis-Consiglio nazionale dei commercialisti – sull’andamento dell’economia, a rischio la sopravvivenza nel 2021 di 460mila piccole e medie imprese (Pmi): tante sono le realtà “con meno di 10 addetti e sotto i 500mila euro di fatturato” a rischio (l’11,5% del totale). E’ in gioco un giro d’affari di “80 miliardi e quasi un milione di posti di lavoro”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136