Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Livigno mette al bando la plastica. Multe fino a 500 euro

mercoledì, 15 maggio 2019

Livigno – Via la plastica dal Piccolo Tibet. Livigno (Sondrio) ha messo al bando la plastica: il Comune ha emesso un’ordinanza per ridurre l’utilizzo e l’abbandono della plastica. Sono previste multe fino a 500 euro. Secondo l’ordinanza del sindaco Damiano Bormolini dovranno essere sostituiti tutti i tipi di plastica. I commercianti, le associazioni, gli enti – prosegue l’ordinanza – durante le feste pubbliche e sagre, potranno distribuire al pubblico esclusivamente materiale biodegradabile: posate, piatti, bicchieri, coppe, coppette, ciotole, cannucce, contenitori per alimenti non preconfezionati alla produzione, mescolatori per bevande, bastoncini per palloncini, sacchetti monouso e dovranno predisporre opportuni spazi dotati di contenitori per la raccolta differenziata.

Tutti i fruitori delle piste ciclabili e delle aree pic-nic presenti nel Comune di Livigno potranno utilizzare al loro interno oggetti esclusivamente in materiale biodegradabile. L’ordinanza entra in vigore dal 1° luglio per gli uffici comunali, tutte le strutture riconducibili al Comune di Livigno e per i commercianti, le associazioni e gli enti, in occasione di feste pubbliche e sagre, mentre dal 1° ottobre l’ordinanza sarà imposta per tutti e il mancato rispetto comporta l’applicazione di sanzioni fino a 500 euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136