Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Le iniziative per San Valentino a Breno

sabato, 8 febbraio 2020

Breno - Torna la festa patronale di San Valentino a Breno e torna, come da tradizione decennale, la serata che l’Amministrazione comunale organizza per celebrare la cultura, l’arte e l’impegno dei giovani. Alla piacevole abitudine di passeggiare tra le bancarelle delle vie centrali il giorno del 14 febbraio viene affiancato un incontro serale scandito da vari momenti al Palazzo della Cultura.

sv brenoL’appuntamento più atteso, a partire dalle 20.30, sarà la proclamazione del vincitore del premio letterario San Valentino, giunto alla decima edizione e quest’anno dedicato al tema “L’Amore è… ti ricordi di me?”. Sono stati 93 gli elaborati pervenuti da gran parte d’Italia (34 dalla Lombardia, 9 dal Veneto, 8 da Emilia e Piemonte, 6 dalla Toscana, 5 da Campania e Puglia, 4 dal Lazio, 3 da Liguria e Sicilia, 2 dalle Marche e uno da Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli e Sardegna), uno pure dalla Grecia. La giuria, in parte rinnovata, è composta dal presidente Ugo Calzoni e da Angela Ducoli, Cathrine Ducoli, Raffaella Garlandi, Rocchina Morelli, Marina Moscardi e Irene Soregaroli, mentre la madrina è come sempre Carla Boroni, professore di Letteratura italiana contemporanea all’università Cattolica di Brescia. Il vincitore, già individuato, sarà presente la sera del 14 febbraio per parlare del suo racconto: riceverà un premio in denaro da mille euro e un quadro realizzato direttamente in sala dal pittore brenese Carlo Alberto Gobbetti. Una delle novità di quest’anno è la consegna di un premio di cinquecento euro al secondo in graduatoria.

L’altro momento forte della serata al Palazzo della Cultura sarà la doppia consegna delle borse di studio. I trenta assegni di merito saranno attribuiti ai migliori studenti del paese, sia a quelli delle medie, sia delle superiori e dell’università. A seguire la borsa di studio voluta dall’Avis Breno e dalla famiglia alla memoria del dottor Lucio Marchi, ex direttore sanitario della sezione e già primario di rianimazione dell’ospedale di Esine. Saranno le figlie Elena e Laura a consegnare al migliore studente di Medicina il premio che ricorda l’impegno e il valore del dottor Marchi.

Il Comune promuove quest’anno anche due visite guidate gratuite, in collaborazione con la Federazione guide turistiche di Vallecamonica, a Villa Gheza e alle chiese di San Maurizio e San Valentino. Il ritrovo sarà alle 10 e alle 13.30 in piazza del municipio (prenotazioni allo 0364-322603). Non solo, è stato organizzato anche un “Contest di San Valentino”: sempre in piazza del Comune sarà presente un’installazione artistica in ferro a forma di cuore, dove sarà possibile scattarsi fotografie. L’immagine più bella e più votata, pubblicata su Instagram e taggata con l’hashtag #comunedibreno o #eventibreno, si aggiudicherà un premio a sorpresa.

Numerosi anche i momenti religiosi proposti dalla parrocchia nel santuario di San Valentino, appena fuori dal paese. Al termine della Messa delle 15, con Preghiera alla vita, saranno lanciati i palloncini e in quella delle 16.30 il sindaco Alessandro Panteghini consegnerà la Costituzione ai neo diciottenni di Breno.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136