Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Grigioni-Alto Adige, riprendono i servizi congiunti per il controllo del territorio

mercoledì, 22 luglio 2020

Tubre-Taufers - Sono ripresi i servizi congiunti tra polizia cantonale svizzera e carabinieri venostani dopo lo stop dovuto alla pandemia in primavera.

Poliziotti svizzeri e carabinieri italiani si erano addestrati insieme fino a dicembre. Quindi a gennaio erano iniziati i pattugliamenti congiunti a cavallo del confine, purtroppo da marzo con l’emergenza della Covid-19 l’attività era stata bruscamente interrotta.

Grazie all’affievolimento delle misure anti-Covid e al calo dei contagi, gli scambi tra i due Paesi sono ripresi fortemente, aumentati anche per il forte flusso turistico. carabinieri polizia svizzeraE così è stato anche possibile riorganizzare le operazioni tra le due amministrazioni, i carabinieri di Bolzano e la Polizia cantonale dei Grigioni.

Domenica, con la soddisfazione dei rispettivi comandanti di reparto, agenti elvetici e militari italiani hanno ricominciato a pattugliare le strade dell’alta val Venosta e della Münstertal (val Monastero) insieme.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136