QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Euregio: passi avanti nel progetto “Bolzano-Innsbruck-Trento European Seminars”

sabato, 28 novembre 2015

Bolzano – Euregio, un progetto che si sta realizzando. In un seminario, che ha inaugurato la serie di attività finanziate, si è inserito il progetto «Bolzano-Innsbruck-Trento European Seminars» coordinato da Jens Woelk della Scuola di Studi internazionali dell’Ateneo trentino e si svolge in partnership con le università di Bolzano e di Innsbruck.

Gli studenti e i dottorandi selezionati per parteciProgetto euregio e studentipare al progetto hanno potuto presentare ai ricercatori e ai professori della comunità universitaria dell’Euregio i risultati dei loro elaborati di tesi e dei lavori seminariali.

Dei sedici progetti finanziati nell’ambito dell’Euregio Mobility Fund, 13 vedono il coinvolgimento dell’Università di Trento e, di questi, 4 sono quelli coordinati direttamente dall’Ateneo: oltre al già citato «Bolzano-Innsbruck-Trento European Seminars» (Scuola di Studi Internazionali/Facoltà di giurisprudenza) anche un altro della Facoltà di Giurisprudenza («Project Financing. European Rules On Public Contracts: Legal and Financial Aspects»), uno del Dipartimento di Ingegneria industriale («Euregio education Training Network on Energy») e uno del Dipartimento di Economia e Management («Entrepreneurship&Innovation Graduate Education – Joint Catalogue»).
Nelle attività finanziate dall’Euregio Mobility Fund, privilegiata la possibilità per i ricercatori di proporre autonomamente il tema della ricerca proposta purché finalizzata alla realizzazione di un progetto concreto di rapida attuazione.

Tra le formule più utilizzate, le lezioni e i seminari congiunti, le proposte di e-learning comuni, i viaggi studio, le scuole di specializzazione invernali o estive nelle università dell’Euroregione Tirolo, Trentino, Alto Adige/SüdTirol.
Al finanziamento hanno potuto concorrere tutti i ricercatori e professori afferenti alle tre università per progetti che coinvolgevano almeno due dei tre atenei.
La valutazione è stata effettuata nei mesi scorsi dai prorettori alla didattica delle tre università.
L’Euregio Mobility Fund rientra nell’ambito delle iniziative promosse dal Gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT) per dare attuazione all’accordo quadro firmato ad agosto 2013 dai rettori delle tre università alla presenza dei presidenti delle due province autonome e del Land Tirolo, con l’obiettivo di «promuovere e incentivare la mobilità allo stesso tempo dei docenti e degli studenti» creando momenti di dibattito dall’approccio interdisciplinare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136