Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Darfo Boario Terme, i lavori tra Lago Moro e Parco di Luine

venerdì, 7 febbraio 2020

Darfo – Rafforzare l’offerta turistica ampliandone la proposta e rendere maggiormente fruibili le due aree. Queste alcuni delle azioni che l’Amministrazione cittadina darfense sta attivando per prepararsi adeguatamente alla stagione turistica.

“Conservare il patrimonio culturale e ambientale è un preciso compito dell’amministrazione – dichiara Ezio Mondini, sindaco e assessore al Turismo -. Ma a questa funzione si aggiunge anche il desiderio di mettere a sistema l’offerta turistica rendendola sempre più godibile e attrattiva per i turisti che vogliono trovare nella nostra Città una meta per le vacanze oltre che per la salute. Il nostro intento è, quindi, quello di prenderci cura delle nostre ricchezze facendo sì che possano essere anche una risorsa economica per le attività turistiche”.

Recentemente sono stati completati i lavori di restauro delle rocce istoriate del Parco di Luine al fine di garantirne un’adeguata conservazione e consentirne una migliore lettura da parte del visitatore.

“Si tratta di lavori di pulitura e consolidamento di alcune rocce all’interno del Parco Archeologico di Luine di importanza cruciale per l’archeologia camuna sia per la datazione che per la particolare posizione – aggiunge l’assessore a Lavori Pubblici, Giacomo Franzoni -. Un intervento cui si aggiunge anche la manutenzione di alcuni tratti di muretti a secco lungo il percorso che conduce alle rocce “le Crape”.

“Le opere – continua l’assessore Franzoni - comportano un investimento di 50.000 euro, inclusi tutti gli oneri, di cui 30.000Euro saranno sostenuti da una compartecipazione della Comunità Montana di Valle Camonica”

Nella stessa visione di rafforzamento e promozione delle attività turistiche si collocano anche i lavori di ripristino dei percorsi che dal parcheggio attraversano l’abitato di Capo di Lago e conducono al lago stesso, nonché il consolidamento di alcuni tratti della sponda sud/est che partiranno a breve.

“Il consolidamento spondale riguarda alcuni tratti del percorso già riqualificato (che ha permesso una completa fruibilità del Lago)  la cui integrità è stata compromessa da fenomeni di erosione dovuti all’innalzamento del livello del Lago – spiega Attilio Cristini, vicesindaco e assessore al Parco Sovraccomunale del Lago Moro -. Tali fenomeni hanno interessato un tratto di circa 80mt: il tempestivo intervento consente di ripristinare il pieno godimento della passeggiata e prevenire ben più importanti interventi in futuro”.

 “La pavimentazione sarà realizzata in parte in selciato e in parte in cubetti di porfido della tipologia cromatica simile al verrucano lombardo (materiale tradizionalmente usato in questi luoghi) della rugosità tale da presentare caratteristiche antiscivolo – continua l’assessore Cristini -. Inoltre, la fascia centrale avrà una larghezza tale da consentire il transito di carrozzine anche in corrispondenza di alcuni tratti critici”.

“La scelta di eliminare l’asfalto e sostituirlo con l’acciottolato e i cubetti di porfido ha l’obiettivo di recuperare la tradizione del luogo – conclude il sindaco Mondini - Inoltre, il posizionamento di elementi di arredo urbano realizzati con materiali integrati nel tessuto locale (una fontana in pietra, tavolo e panca pic-nic, cestini per la raccolta differenziata, fioriere in legno e cartellonistica in corten…) contribuiranno a riaffermare l’altissima vocazione turistica e di accoglienza del nostro Lago”.

Le opere complessivamente ammontano a quasi 150mila euro e saranno sostenute da una compartecipazione dell’Autorità di bacino lacuale dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro da molti conosciuta come “Consorzio dei Laghi”. Lavori in corso a sostegno del turismo non solo della Città, ma di tutta la Valle Camonica.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136