Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Chiavenna, riconosciuto il martirio: suor Maria Laura Mainetti verrà beatificata

sabato, 20 giugno 2020

Chiavenna – Suor Maria Laura Mainetti, la religiosa ed educatrice italiana appartenuta alla congregazione delle Figlie della Croce, Suore di Sant’Andrea, assassinata da tre ragazze minorenni a Chiavenna (Sondrio) il 6 giugno 2000 durante un rito satanico, sarà beatificata. Papa Francesco ha autorizzato la Congregazione a promulgare il decreto che ne riconosce il martirio, in quanto uccisa “in odio alla fede”. La notizia è stata pubblicata sul Bollettino della Santa Sede: nel 2005 era stato avviato il processo di beatificazione, ora il riconoscimento del martirio che in autunno porterà suor Maria Laura Mainetti all’onore degli altari.

La comunità di Chiavenna lo scorso 6 giugno ha ricordato suor Maria Luisa Mainetti, nel 20esimo anniversario della morte. La religiosa era nata a Colico il 20 agosto del 1939, madre superiora della congregazione delle Figlie della Croce di Sant’Andrea di Chiavenna, venne uccisa da tre adolescenti il 6 giugno di vent’anni fa. Il delitto colpì l’Italia: suor Laura uscì dal convento da sola in tarda serata perché raggiunta da una telefonata di una delle ragazze e giunta al parco dei Giganti venne uccisa dalle ragazze.

Vescovo- Oscar Cantoni“Suor Maria Laura è ricordata dalle persone di tutte le età – ha ricordato monsignor Oscar Cantoni (nella foto) – la sua memoria non è venuta meno in questi anni. Il suo ricordo è sempre vivo, non solo nella sua congregazione, né esclusivamente in questa comunità, ma si estende verso l’intera Chiesa”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136