Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Bresciasoccorso, la campagna “I sorrisi dietro le mascherine”

mercoledì, 20 maggio 2020

Brescia - L’utilizzo delle mascherine protettive sarà una prassi con cui si dovrà convivere, presumibilmente, per molto tempo.  Non per questo motivo siamo obbligati a nascondere il sorriso, un sorriso che può fare bene agli altri ma anche a sè stessi.

Bresciasoccorso - ambulanzaEd è per questo che Bresciasoccorso ha lanciato tra i propri volontari la campagna “I sorrisi dietro le mascherine”: un progetto nato grazie alla collaborazione di Giovanni del Bianco, giovane youtuber bresciano, che ha lo scopo di condividere un messaggio di speranza e solidarietà nei confronti di tutti coloro che saranno obbligati a convivere con il dispositivo di protezione individuale per i prossimi tempi. Un centinaio di volontari si sono prestati per dimostrare, attraverso un breve filmato, che anche se non è possibile mostrare il proprio sorriso con la bocca, gli occhi sono una validissima alternativa per trasmettere allegria, tranquillità e conforto. “Un messaggio – dice Giovanni, autore del video – che vuole essere anche uno speciale ringraziamento a tutti i medici, infermieri, operatori sanitari e soccorritori e volontari extra-ospedalieri che hanno lottato con grande dignità e impegno in questo momento così drammatico per la nostra città e per il nostro paese, mettendoci la faccia e spesso il sorriso”. Il video è disponibile sui canali social (Facebook e Instagram) dell’associazione.

L’attività di Bresciasoccorso

Bresciasoccorso, realtà di volontariato nata nel 1992, durante questa emergenza ha ricevuto l’affetto del popolo bresciano che ha risposto con grande generosità alla raccolta fondi attivata ad inizio marzo. Generosità che l’associazione ha cercato di contraccambiare, rafforzando il legame con la città impegnandosi a garantire la copertura della zona ovest di Brescia, rimasta vacante in seguito all’impossibilità di prosecuzione del servizio da parte di una delle altre realtà attive sul territorio comunale. A tal proposito sta inoltre ultimando i lavori di ristrutturazione della nuova sede di via Rieti, ottenuta nei mesi scorsi partecipando al bando indetto dal Comune di Brescia per la valorizzazione del patrimonio immobiliare, che sarà operativa indicativamente dalla prima settimana di giugno.

Durante questa emergenza Bresciasoccorso, che opera da più di 20 anni 24 ore al giorno per tutti i giorni dell’anno, ha più che raddoppiato i propri sforzi: dal 20 febbraio al 20 aprile ha effettuato 2139 interventi (incrementando del 43% il dato relativo allo stesso periodo del 2019) e percorso 56.383 km (+56%). Relativamente ai trasporti secondari (dimissioni e trasferimenti) l’associazione ha registrato un incremento addirittura del 108%.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136