Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Bioblitz Lombardia da casa mia: nel weekend l’iniziativa del Parco Orobie Valtellinesi

giovedì, 14 maggio 2020

Aprica – Edizione virtuale per Bioblitz Lombardia: si può essere esploratori della biodiversità anche da casa, l’importante è avere fantasia e mantenere lo spirito di avventura garantito da una passeggiata nel bosco o in riva a un torrente. Questa attitudine anima l’edizione 2020 di Bioblitz, l’iniziativa di educazione naturalistica e scientifica delle aree protette della Lombardia promossa per sabato 16 e domenica 17 maggio da Regione Lombardia e Area Parchi in collaborazione con le Aree protette lombarde, tra cui il Parco delle Orobie Valtellinesi.

Un nome soltanto ritoccato e una modalità casalinga, “Bioblitz Lombardia da casa mia”, per un evento che diventa virtuale, da vivere sul terrazzo o nel giardino della propria abitazione. Un esperimento, con la speranza di non doverlo ripetere e di ritrovarsi a settembre di nuovo esploratori sul campo. Gli organizzatori mettono a disposizione una piattaforma sulla quale sarà possibile caricare fotografie e registrazioni audio effettuate durante questa settimana, fino a domenica 17 maggio, ma anche nelle settimane del lockdown, a partire dall’8 marzo, senza arrecare disturbo alle specie immortalate. La scelta è ampia, soprattutto per chi abita in una valle montana: si possono indagare uccelli, piccoli mammiferi, farfalle, ragni, insetti e anfibi per la fauna, erbe o fiori spontanei, funghi, licheni e alberi per la flora. Un team di esperti naturalisti, fra botanici, entomologi e ornitologi, seguirà i caricamenti per l’intero weekend, aiutando adulti e bambini nella classificazione delle loro osservazioni.

Partecipare è semplice: basterà iscriversi gratuitamente alla piattaforma sulla pagina internet inaturalist.org o mediante la app INaturalist per smartphone per unirsi al progetto, caricando la propria osservazione o registrazione georeferenziata. Una proposta alternativa per vivere la natura che ci circonda in maniera diversa, ma altrettanto intensa, imparando ad osservarla e ad analizzarla, cogliendone aspetti sconosciuti, con la speranza di poter tornare nelle aree protette per l’appuntamento del 12 e 13 settembre.

Info: www.parcorobievalt.com



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136