QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Anche nelle scuole trentine la certificazione della lingua tedesca DSD1

martedì, 21 ottobre 2014

Trento – Ampliare la possibilità di certificazione delle lingua tedesca a tutte le istituzioni scolastiche trentine. Questo l’obiettivo dell’accordo, firmato oggi in Provincia a Trento, con il quale viene definita la partecipazione delle istituzioni formative provinciali al programma e agli esami del DSD1. Il documento è stato sottoscritto dal presidente Ugo Rossi e dal Console Generale della Repubblica Federale di Germania a Milano, Peter Dettmar.esami_maturità 

La certificazione DSD1 è diffusa a livello internazionale ed è sostenuta dal Ministero della Cultura della Germania. Sono previsti due livelli di competenze: il DSD1 (livello B1) che permette l’accesso al Berufskolleg tedesco (Scuole di Specializzazione Professionale) e il DSD2 (livello B2/C1) che offre agli studenti la possibilità di iscriversi nelle università tedesche e austriache e viene equiparato al patentino A di bilinguismo dell’Alto Adige.

“Si tratta – ha sottolineato il presidente Rossi – di un accordo molto importante, che ci permette di offrire un’ulteriore opportunità ai nostri ragazzi per qualificare le loro conoscenze linguistiche ed essere quindi maggiormente competitivi nel il mondo del lavoro e con il quale si riconosce anche il lavoro svolto in questo campo da molte scuole trentine”.

Con il progetto Trentino Trilingue la Giunta provinciale si è posta l’obiettivo di accrescere le competenze linguistiche dei giovani e degli adulti. In quest’ambito si inserisce la sottoscrizione dell’accordo siglato oggi fra la Provincia autonoma di Trento e la Federazione-Länder per le attività scolastiche all’estero, firmato oggi dal presidente Ugo Rossi e dal Console generale tedesco Peter Dettmar.

Con questo accordo si punta al potenziamento della conoscenza della lingua tedesca sul territorio provinciale attraverso corsi di preparazione che permettano di conseguire una certificazione linguistica di livello internazionale che consenta agli studenti trentini di accedere direttamente alle scuole o alle università tedesche.

Grazie a questa collaborazione si intende inoltre promuovere la specializzazione dei docenti coinvolti nelle operazioni di preparazione degli studenti e nelle fasi di esame nel campo della moderna didattica delle lingue straniere, attraverso una loro specifica formazione ed un’azione di aggiornamento continuo, che può agire da moltiplicatore nei confronti dei colleghi.

La messa a regime della collaborazione avviene dopo una fase pilota, svolta nell’autunno del 2013 dall’Istituto Comenius di Trento e che ha visto quali capofila il Liceo linguistico “Sophie Magdalena Scholl” di Trento e il Liceo “Antonio Rosmini” di Rovereto.

Nella primavera scorsa è stata effettuata una sperimentazione con esiti molto positivi in 9 scuole trentine, con 405 studenti coinvolti di cui 336 hanno raggiunto la certificazione B1 e 58 la certificazione A2. Per svolgere le attività di esame sono stati formati 18 docenti trentini di 9 scuole superiori di secondo grado provenienti da tutto il territorio provinciale. “L’auspicio – ha evidenziato il presidente Rossi – è che sempre più studenti colgano queste opportunità che contribuiscono al miglioramento dell’offerta formativa, rendendo i loro curricula sempre più qualificati e competitivi nel mondo del lavoro”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136