Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Anche a Trento in mattinata la prima manifestazione dei Gilet arancioni

sabato, 30 maggio 2020

Trento – Anche a Trento la prima manifestazione dei Gilet arancioni. Il movimento nato nella penisola su iniziativa dell’ex generale dei carabinieri Antonio Pappalardo intende chiedere la fine del Governo Conte e delle regole di distanziamento sociale in atto, responsabili del fallimento di imprese e cittadini: una trentina le città italiane che in mattinata sono state interessate dall’iniziativa per denunciare “una situazione creata per controllare le persone”. Molti partecipanti senza mascherine e senza distanziamento sociale, non sono mancati momenti di tensione a Milano e Roma.

Il capoluogo trentino ha visto la partecipazione di circa un centinaio di persone in piazza Dante: i promotori hanno già annunciato un seguito nelle prossime settimane, l’obiettivo è avviare le procedure per formare un’assemblea costituente e promuovere un cambio di passo della politica a livello nazionale, partendo da un cambio dell’attuale leadership M5S-PD. Tra le richieste, anche l’introduzione di una moneta, chiamata nuova lira italica, per poter sostenere le famiglie e le imprese italiane.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136