Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Alto Adige, confine “spostato” dagli Schützen: “L’Italia è un danno per noi”

martedì, 2 giugno 2020

Bolzano – Confine “spostato” e nuovo messaggio “anti-italiano” degli Schützen altoatesini. Nella notte che ha preceduto la Festa della Repubblica infatti i Cappelli piumati, gruppo separatista altoatesino, hanno messo dei cartelli lungo i confini provinciali con la scritta “Verrückt nach Süden” che ha un doppio significato, ovvero “pazzo per il sud”, ma anche “spostato a sud”, in riferimento ai confini stessi. Sui valichi “a nord per comunicare che il confine è stato spostato a sud, mentre a sud il ‘nuovo confine di Stato’ è stato inoltre segnato con una striscia adesiva rosso-bianco-verde”, spiegano con l’iniziativa che ha riguardato 25 passi e strade.

colle santa luciaIl comandate Jürgen Wirth Anderlan ha spiegato che “gli ultimi tre mesi probabilmente hanno aperto gli occhi anche a chi era ancora indeciso. Restrizioni, caos e più vittime che in altri Stati. L’Italia non fa bene all’Alto Adige. L’Italia è un danno per tutte le persone che ci vivono“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136