Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Lunedì, 7 settembre 2020

Raduno al Mortirolo, ricordati i caduti delle battaglie del 1945

Monno - Tradizionale raduno al Mortirolo presso la chiesetta di San Giacomo: ieri l’Associazione Fiamme Verdi, i rappresentanti e le delegazioni delle Fiamme Verdi, dell’Anpi, dell’Anei, delle Associazioni Combattentistiche: Alpini, Fanti, Autieri, Carabinieri, Bersaglieri e Paracadutisti in congedo, rappresentanze dei Comuni, della Vallecamonica e Valtellina, della Comunità Montana di Valle Camonica e della Provincia di Brescia hanno ricordato le vicende che si svolsero sul Mortirolo durante la Resistenza.


fiamme VerdiDurante la cerimonia sono stati ricordati i caduti delle battaglie del gennaio e aprile 1945 combattute e vinte sul Mortirolo e le montagne al confine tra Valle Camonica e Valtellina dai Partigiani delle Fiamme Verdi – Divisione Tito Speri -, contro la famigerata Brigata Tagliamento appoggiata dall’artiglieria tedesca.


La Santa Messa è stata officiata dal cappellano delle Fiamme Verdi, monsignor Tino Clementi, poi hanno fatto seguito gli interventi ufficiali, tra cui Rosi Romelli, la "più giovane" partigiana d'Italia, e il presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi.

Ultimo aggiornamento: 07/09/2020 05:08:01
POTREBBE INTERESSARTI
Folgaria, il provvedimento scatta dalle 19 fino al mercoledì mattina
Messaggio: "Il karate andrebbe insegnato, è uno strumento per educare alla disciplina"
Edolo (Brescia) - Interventi dei vigili del fuoco a Edolo e  a Sellero. Nella serata di ieri i vigili del fuoco del...
ULTIME NOTIZIE
Il bilancio tracciato dall'ufficio fostestale della Provincia di Bolzano
Nel primo trimestre 2024 già 115 violazioni
22/04/2024 09:00 - 22/04/2024 23:30
22/04/2024 10:30 - 22/04/2024 23:59
22/04/2024 11:00 - 22/04/2024 23:30