Ad
Ad
Ad

Edolo: Racconta la Montagna inizia nel ricordo di Mario Rigoni Stern

giovedì, 20 ottobre 2022

Edolo (Brescia) – Racconta la Montagna, inizia la sesta edizione con il ricordo di Mario Rigoni Stern a Unimont di Edolo (Brescia). L’iniziativa messa in campo dall’Università della Montagna di Edolo dedicata alla saggistica e narrativa di montagna.

Anche quest’anno la rassegna, realizzata in ricordo di Alida Bruni, collega di Unimont con una grande passione per la letteratura, si apre con un autore scomparso, Mario Rigoni Stern, in occasione dei 101 anni dalla sua nascita: sul suo libro “Arboreto selvatico” si terrà, martedì 25 ottobre alle 18, una lectio magistralis di Marco Albino Ferrari. Quest’ultimo sarà anche tra i protagonisti di una tavola rotonda prevista per mercoledì 26, alle 20, al Cinema Teatro San Giovanni Bosco, con Loïc Seron e Giuseppe Mendicino sul tema “La vita, le opere, il territorio di Mario Rigoni Stern”.

Il programma di “Racconta la Montagna” proseguirà, poi, a novembre: il 22 sarà ospite Matteo Melchiorre, per la presentazione del suo libro “Il Duca”. Sul finire dell’anno, sarà presente Antonio Pascale, recente finalista al Premio Campiello con il libro “La foglia di fico” (il 14 dicembre).

Il 2023, invece, inizierà con Gian Luca Favetto, autore di “Bjula delle betulle” (15 febbraio); poi vedrà protagonista il professor Alberto Grandi, docente di Storia dell’Alimentazione, per parlare de “L’incredibile storia della neve e della sua scomparsa” (29 marzo) e di come il freddo abbia avuto un’importanza fondamentale nella vita dell’uomo per la conservazione del cibo; Leonardo Caffo presenterà “La montagna di fuoco”, libro dedicato all’Etna (19 aprile), mentre a chiudere la rassegna sarà “Cieli neri” di Irene Borgna, volume sul tema dell’inquinamento luminoso (24 maggio).
Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione gratuita, sia in presenza presso l’Università della Montagna o online, con richiesta di registrazione tramite il sito www.unimont.it.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136