Ad
a
Ad
Ad


Pericolo temporali e allerta incendi con la Festa del Sacro Cuore, emessi due avvisi in Trentino Alto Adige

martedì, 21 giugno 2022

Pejo – In Trentino, causa condizioni di instabilità atmosferica che dureranno indicativamente fino a domani, mercoledì 22 giugno, a partire dal pomeriggio e nella serata di oggi è previsto l’arrivo di forti temporali. I fenomeni potranno risultare intensi con grandine, raffiche di vento e precipitazioni abbondanti in poco tempo e tenderanno ad interessare con maggiore probabilità i settori settentrionali della provincia (in particolare le valli nord-orientali), per questo la Protezione civile ha emesso un bollettino di allerta gialla (ordinaria).

Per domani, rovesci e temporali potranno iniziare dalla tarda mattinata, con un rapido movimento verso est, ma la probabilità di fenomeni intensi si prevede inferiore rispetto ad oggi.

In base alle previsioni meteorologiche si ritengono possibili, a partire dal primo pomeriggio di oggi problemi dovuti a:
– erosioni e smottamenti nel reticolo idrografico, ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale, allagamenti, frane e colate rapide;
– forti raffiche di vento, grandine e fulminazioni.
Sono possibili disagi ed effetti (anche interruzioni) sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi.

La Protezione civile del Trentino ha emesso un’allerta ordinaria (gialla) per temporali ed idrogeologica. Il sistema di protezione civile è quindi attivato e si invita la popolazione:

– a porre massima attenzione alle condizioni dei luoghi da percorrere, anche con automezzi, e ad evitare di immettersi in aree che presentino condizioni anomale o di pericolo, ad evitare di avvicinarsi ai corsi d’acqua, alle piste ciclabili prossime ai corsi d’acqua, a zone depresse (conche e sottopassi), alle rampe ed ai versanti che possono subire smottamenti e ad evitare di sostare sotto gli alberi, impalcature, cartellonistica, segnaletica, pali e presso edifici con coperture instabili;
– a comunicare tempestivamente al numero unico 112 eventuali situazioni di emergenza (per chiunque si trovi sul territorio dei cinque Comuni del Primiero contattare il numero verde di emergenza 800 112000).

Informazioni sulle norme di autoprotezione sono disponibili sul sito web:
https://rischi.protezionecivile.gov.it/it/meteo-idro/sei-preparato

ALTO ADIGE, FESTA DEL SACRO CUORE
A causa della siccità e del grande caldo, in tutta la Provincia è sempre più alto il rischio che si sviluppino incendi boschivi. L’assessore provinciale alle Foreste Arnold Schuler richiama alla massima attenzione nell’accendere fuochi in prossimità dei boschi. “Un’attenzione particolare andrà osservata domenica prossima, 26 giugno, in occasione della Festa del Sacro Cuore. A causa della perdurante siccità, anche una semplice scintilla condotta dal vento può provocare un incendio nel bosco”.

Secondo quanto previsto dalla Legge provinciale sulle foreste è espressamente vietato accendere fuochi nel bosco, gettare sigarette o fiammiferi accesi nel bosco e in un raggio di sicurezza di 20 metri dallo stesso. Quindi, chi in occasione della Festa del Sacro Cuore ha intenzione di accendere un fuoco nel bosco o ad una distanza inferiore a 20 metri da esso deve farsi rilasciare un permesso speciale dall’Ispettorato forestale competente per la zona. Il modulo per la richiesta del permesso speciale si trovato al seguente link: http://www.provincia.bz.it/agricoltura-foreste/servizio-forestale-forestali/autorizzazioni-controlli/disposizioni-sull-accensione-di-fuochi-nei-boschi.asp.

Chi dovesse avere notizia di un incendio boschivo, deve allarmare immediatamente i Vigili del Fuoco, chiamando il numero telefonico 112. “Noi contiamo sul fatto che, in linea di principio, qualsiasi genere di comportamento che potrebbe provocare il rischio di un incendio venga evitato”, conclude l’assessore Schuler.

Ulteriori informazioni sull’accensione di fuochi nel bosco e sul comportamento da tenere nell’eventualità di un incendio boschivo si trovano sulla homepage della Ripartizione provinciale foreste e su quella dell’Agenzia per la Protezione Civile.­



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136