Ad

w

Ad
Ad


Volley, Champions League: Trento più forte delle assenze, Friedrichshafen ko in tre set

giovedì, 3 dicembre 2020

Trento – ‘La Trentino Itas chiude la tre giorni europea alla BLM Group Arena centrando l’ennesima impresa di questo avvio del mese di dicembre. Lo scontro finale al vertice del primo raggruppamento della Pool E della Main Phase di 2021 CEV Champions League ha infatti sorriso ai gialloblù, capaci di imporre lo stop fra le mura amiche anche ai tedeschi del Friedrichshafen.

volley itas trentoIl 3-0 finale spiega sino in fondo quanto Nimir e compagni siano stati straordinari nella loro prestazione, iniziata all’ultimo momento con un’ulteriore defezione, quella di Kooy che ha accusato a poche ore dal match una lesione muscolare agli addominali (tempi di recupero da valutare). Con un sestetto praticamente obbligato con Argenta opposto e Michieletto in banda, oltre ovviamente a Nimir in regia, la squadra di casa è però parsa ancora più convinta e determinata nel cercare la vittoria, che è arrivata in appena tre set perché gli avversari sono stati tramortiti a muro ed in battuta, fondamentali andati a segno ben dieci volte. Fra i trascinatori Lucarelli, mvp del match con dieci punti e l’80% a rete, ma anche Lisinac (bella conferma al centro della rete con quattro block personali) e lo stesso Michieletto (best scorer assieme a Srecko con dodici punti) hanno offerto un contributo determinante. Per Nimir Abdel-Aziz, invece, gli aggettivi sono finiti: da palleggiatore è andato a segno dieci volte facendo tutto bene e trovando anche cinque battute punto. Un bel modo per tornare a pensare alla SuperLega, sperando che l’infermeria piano piano si svuoti. Foto di Marco Trabalza.

La cronaca del match. Gli starting six presentano un’unica (negativa) novità; la Trentino Itas deve fare a meno di Giannelli, Sperotto ma anche di Kooy, che nella partita di mercoledì ha rimediato una lesione muscolare agli addominali (tempi di recupero da valutare). Lorenzetti conferma quindi Nimir Abdel-Aziz al palleggio, Argenta opposto, Lisinac e Podrascanin al centro, Rossini libero ed in diagonale a Lucarelli propone Michieletto. Il VfB Friedrichshafen risponde con Vincic in regia, Weber opposto, Juhkami e Marechal schiacciatori, Boehme e Fiel Rodriguez centrali, Steuerwald libero. L’avvio non risparmia emozioni e grandi scambi; iniziano meglio i tedeschi (2-5), a cui però rispondono subito Michieletto e Lisinac (6-5). Con il muro di Argenta i gialloblù guadagnano il doppio vantaggio (8-6), che però dura poco perché Marechal firma il 10 pari. Lucarelli offre un nuovo spunto (12-10), che Lisinac e Nimir difendono a denti stretti (16-14 e 18-16). Nel finale un errore di Juhkami, uno slash di Lisinac ed un contrattacco dell’universale olandese fanno scappare i locali verso la vittoria del primo set (22-17), che giunge sul 25-19 con due punti consecutivi di Nimir (attacco e ace).

Sull’onda dell’entusiasmo la Trentino Itas parte bene anche nel secondo set, pungendo in battuta con Nimir e Michieletto (da 4-4 a 9-5); il Friedrichshafen non riesce a replicare (13-9) e i gialloblù ne approfittano per scappare ulteriormente. Podrascanin e Lucarelli sono sul pezzo (17-12, 20-15), la squadra di Lorenzetti gioca con grande attenzione, non concedendo nulla (22-17) sino in fondo (25-18).

Il monologo dei padroni di casa continua pure nella terza frazione, anche approfittando dei tanti errori avversari; dal 3-2 si passa così in fretta all’8-4 con Lisinac in grande spolvero. I tedeschi provano a profondere il massimo sforzo per rientrare nel match (10-8) con Balean. Trento accelera di nuovo con Nimir (17-13) e sono poi l’omologo Argenta e Michieletto a difendere il solco tracciato (19-15, 22-17). Il 3-0 arriva sul 25-18.

Vittorie come questa sono importanti per il gruppo, che sta stringendo i denti da mesi e meritava questa soddisfazione – ha commentato l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti al termine del match – . Qualche giorno fa, quando era rientrato Giannelli, abbiamo sperato di poterci togliere l’elmetto, invece è stato solo un attimo, perché ora si è aggiunto il problema di Kooy. Fortunatamente il Friedrichshafen non ha giocato la miglior gara di questa serie, perché di solito sbaglia poco e vanta un cambio palla molto regolare, ma bisogna dare merito a tutti i nostri ragazzi di essere stati molto bravi”.

La CEV Champions League continuerà il suo percorso solo nel 2021; fra il 9 e l’11 febbraio a Friedrichshafen (Germania) è infatti in programma il secondo ed ultimo concentramento della Pool E, con identica formula e sequenza delle partite da giocare. In SuperLega Credem Banca, invece, l’impegno più imminente dell’Itas Trentino è in calendario per domenica 6 dicembre alle ore 18 a Verona contro la NBV (quattordicesimo turno di regular season).

Di seguito il tabellino della seconda partita della Pool E della Main Phase di 2021 CEV Champions League giocata questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Trentino Itas-VfB Friedrichshafen 3-0
(25-19, 25-18, 25-18)
TRENTINO ITAS: Argenta 6, Lucarelli 10, Podrascanin 5, Nimir 10, Michieletto 12, Lisinac 12, Rossini (L); Pizzini, Sosa Sierra. N.e. Cortesia, Pol, De Angelis. All. Angelo Lorenzetti.
VFB FRIEDRICHSHAFEN: Vincic 1, Marechal 7, Boehme 2, Weber 11, Juhkami 3, Fiel Rodriguez 1, Steuerwald (L); Aylsworth, Mote 4, Van de Velde 2, Balean 4, Worsley. N.e. Bonin e Maase. All. Michael Warm.
ARBITRI: Akinci di Istanbul (Turchia) e Mylonakis di Atene (Grecia).
DURATA SET: 25’, 26’, 23’; tot 1h e 12’.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Trentino Itas: 10 muri, 10 ace, 12 errori in battuta, 7 errori azione, 52% in attacco, 75% (34%) in ricezione. VfB Friedrichshafen: 3 muri, 1 ace, 13 errori in battuta, 5 errori azione, 44% in attacco, 43% (15%) in ricezione. Mvp Lucarelli.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136