Ad
a
Ad
Ad


Serie C, playout: il Trento batte la Giana Erminio e si salva

sabato, 14 maggio 2022

Trento – Il Trento batte la Giana Erminio 1-0 ed è salvo. La rete di Bocalon regala la vittoria al Trento anche nella gara di ritorno dei playout. La compagine gialloblu, davanti ad un pubblico eccezionale, supera per 1 a 0 la Giana Erminio, bissa il successo dell’andata e conquista la permanenza in categoria, dopo aver chiuso la regular season a 42 punti che non sono bastati per festeggiare la salvezza diretta.
Poco male, perché nelle due gare playout la compagine di Lorenzo D’Anna ha centrato l’obiettivo, ovvero il mantenimento della categoria. Nella stagione 2022- 2023 il Trento sarà nuovamente al via della Serie C, terza serie professionistica.
Il tutto in una cornice di pubblico assolutamente eccezionale per una sfida playout con lo stadio “Briamasco” che ha letteralmente trascinato Trainotti e compagni verso uno straordinario traguardo (nella foto © Carmelo Ossanna la festa al Briamasco).

Live match – Mister D’Anna si affida al “3-5-2” con Marchegiani tra i pali e terzetto difensivo formato da Dionisi, Trainotti e Carini. A metà campo Galazzini e Oddi presidiano le corsie esterne con Izzillo playmaker, mentre Belcastro e Osuji operano da interni, con tandem offensivo formato da Pasquato e Bocalon.
Inizio volitivo e propositivo da parte del Trento che spinge forte sulla corsia destra con Galazzini che mette alle strette Vono: in un paio di circostanze, sugli sviluppi di traversoni del numero 2, la difesa lombarda si salva con affanno.
Al terzo tentativo, però, il Trento passa meritatamente in vantaggio: cross con il contagiri di “Gala” e perfetta incornata di Bocalon, che spedisce la sfera sotto la traversa per l’1 a 0 gialloblu.
La squadra di D’Anna non è però paga: Trainotti incorna centralmente e Zanellati blocca a terra, con il portiere della Giana Erminio che è reattivo anche sul tiro di Belcastro in girata.
Nella ripresa il Trento controlla le operazioni, entrano prima Ruffo Luci e Caporali, poi Bearzotti e Barbuti. Gli ospiti hanno l’occasione per pareggiare con Palazzolo, che calcia alto da pochi passi, ma nel finale i gialloblu sfiorano il punto del due a zero: Ruffo Luci si presenta a tu per tu con Zanellati e incrocia il rasoterra, trovano la grande risposta di piede del portiere lombardo.
Poi solo il triplice fischio e la grande, meritata festa del “Briamasco” con squadra e tifosi avvolti in un grande abbraccio gialloblu.

Il tabellino
TRENTO – GIANA ERMINIO 1-0 (1-0) (10’pt Bocalon T)
TRENTO (3-5-2): Marchegiani; Dionisi, Trainotti, Carini; Galazzini (31’st Bearzotti), Belcastro (17’st Ruffo Luci), Izzillo (17’st Caporali), Osuji, Oddi; Pasquato, Bocalon (31’st Barbuti).
A disposizione: Cazzaro, Pigozzo, Simonti, Chinellato, Raggio, Vianni, Seno, Pattarello.
Allenatore: Lorenzo D’Anna.
GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Zanellati; Perico, Bonalumi, Magli, Vono (9’st D’Ausilio); Acella, Panatti (1’st Caferri), Palazzolo; Ferrari; N. Corti (9’st A. Corti), Tremolada (21’st Perna).
A disposizione: Casagrande, Barazzetta, Cazzola, Carminati, Piazza, Gaye, Ghilardi, Messaggi.
Allenatore: Matteo Contini.
ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino (Assistenti: Severino di Campobasso e Santarossa di Pordenone. IV Ufficiale: Grasso di Ariano Irpino).
Note: spettatori 2.100 circa. Campo in ottime condizioni. Pomeriggio coperto con precipitazioni a tratti. Espulso Carminati (GE) dalla panchina al 45’st per comportamento non regolamentare. Ammoniti Dionisi (T), Panatti (GE), Perico (GE) per gioco falloso, Izzillo (T), Marchegiani (T), Osuji (T) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 6 a 3 per il Trento. Recupero 1’ + 4’.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136