Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Trentino Emergenza 118: integrate le tariffe per i volontari

Trento - La Giunta provinciale trentina ha integrato la tariffa a coperture forfettaria dei costi sostenuti dalle associazioni di volontariato convenzionate con l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e ha rideterminato il fondo di riequilibrio. "Sotto il coordinamento di Trentino Emergenza 118 operano 42 associazioni di volontariato che durante questa lunga fase pandemica stanno contribuendo alle attività di soccorso sanitario e di trasporto infermi - spiega l'assessore alla salute Stefania Segnana -. Il loro impegno è stato ed è costante ed elevato. Esse concorrono con professionalità e dedizione al funzionamento del servizio sanitario provinciale e il loro impegno, sia durante la fase acuta che in queste ultime settimane, è molto maggiore dell'ordinario, anche per la necessità di attenersi a specifici protocolli per ridurre il rischio di contagio.

Con la deliberazione approvata oggi veniamo incontro ai maggiori oneri che i nostri volontari stanno fronteggiando".


Nel dettaglio è stato integrato l’impianto tariffario definito a copertura forfettaria dei costi riconoscendo, con decorrenza dal 1° settembre 2020 e per tutta la durata dell’emergenza pandemica, una tariffa di 21,22 euro/ora per il servizio attivo di emergenza, a fronte di una tariffa ordinaria di 17,72 euro, e una tariffa di 5,02 euro/ora per il servizio di reperibilità di emergenza, a fronte di una tariffa ordinaria di 4,52 euro. Entrambi i servizi sono connessi e funzionali all’attività di soccorso e trasporto in emergenza-urgenza.


Inoltre, in conseguenza delle assunzioni di personale che le associazioni hanno effettuato nel corso del 2018, e che sono rimaste in carico alle stesse per garantire la continuità dei servizio, è stato rideterminato per l’anno 2019 l’importo del Fondo di riequilibrio che è passato da 140mila a 165.058,77 euro, autorizzando l'Azienda sanitaria a procedere alle relative liquidazioni. Per gli esercizi 2020 e 2021 il Fondo di riequilibrio è stato rideterminato nell’importo massimo di 170mila euro.

Ultimo aggiornamento: 21/11/2020 00:00:24
POTREBBE INTERESSARTI
Mondiali della Vela Giovanile sul Garda per 418 velisti da 70 nazioni
Doppia seduta di allenamento domani sul campo di Carciato a Dimaro Folgarida
Trasportata d'urgenza all'ospedale Santa Chiara di Trento
Edimburgo - Il 5° posto di Francesco Mariani nel Mondiale Sprint regala una sferzata di energia a tutto il movimento...
ULTIME NOTIZIE
Risultati e classifiche della manifestazione "alla ceca"