Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Scuole paritarie e onlus: esenzioni dalla Provincia di Trento

lunedì, 5 aprile 2021

Trento – Arrivano 424mila euro dalla Provincia ai Comuni trentini per compensare le esenzioni Imis relative a coop sociali, Onlus e scuole paritarie.

A copertura dell’esenzione Imis (Imposta immobiliare semplice) degli immobili di proprietà di cooperative sociali e Onlus, oltre che dei fabbricati destinati e utilizzati a scuola paritaria, la Provincia autonoma di Trento verserà nelle casse dei Comuni interessati un totale di circa 424mila euro.

Sono state approvate due specifiche delibere proposte dell’assessore provinciale agli enti locali, Mattia Gottardi. Quest’ultimo evidenzia l’importanza di favorire lo sviluppo di servizi e attività di volontariato e non solo, a beneficio della società civile trentina: “Per questo motivo Piazza Dante continuerà a garantire i trasferimenti compensativi alle municipalità interessate da queste realtà che godono giustamente di esenzioni”.

La copertura finanziaria del minor gettito relativo all’esenzione per le cooperative sociali e le Onlus e all’aliquota dello 0% per i fabbricati concessi in comodato gratuito anche per le scuole paritarie da una specifica legge provinciale del 2014 è stata concordata in sede di protocollo d’intesa in materia di finanza locale per il 2021, sottoscritto congiuntamente dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti, dall’assessore Gottardi e dal presidente del Consiglio delle autonomie locali Paride Gianmoena (nella foto). La Giunta provinciale ha dunque stabilito di assegnare il trasferimento compensativo per il 2020 di 326mila euro per gli immobili utilizzati o posseduti da cooperative sociali e Onlus e oltre 88mila euro per quanto concerne le scuole paritarie. Il calcolo degli importi che la Provincia verserà ai Comuni tiene conto di categorie catastali e aree edificabili.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136