Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Paolo Frizzi eletto presidente della Sezione Ana di Trento: i consiglieri

domenica, 21 giugno 2020

Trento – Paolo Frizzi è il nuovo presidente dell’Ana di Trento. Oggi i 344 delegati, in rappresentanza dei 24mila iscritti, si sono ritrovati in videoconferenza, da 20 sedi, per eleggere presidente e consiglio direttivo.

Paolo Frizzi - presidente Ana TrentoCon 16.150 voti Paolo Frizzi (nella foto) già vicepresidente vicario, è il nuovo presidente della Sezione dell’Ana di Trento. I 344 delegati – collegati in videoconferenza da 19 zone del Trentino – hanno fatto pervenire presso la sede legale di vicolo Benassuti le loro preferenze. Paolo Frizzi, unico candidato in corsa, succede a Maurizio Pinamonti, da 9 anni alla guida delle penne nere trentine. A portare il suo saluto anche il presidente dell’Ana nazionale Sebastiano Favero.

Un lungo applauso, seppur virtuale, per Maurizio Pinamonti. E un forte in bocca al lupo al suo successore, Paolo Frizzi, eletto questa mattina alla guida dell’Ana di Trentino con 16.150 voti. Il cambio al vertice degli alpini trentini avviene secondo una formula insolita ma non per questo meno sentita: l’assemblea sezionale per la prima volta in 100 anni di storia si è svolta in video-conferenza: in collegamento con la sede centrale di vicolo Benassuti, dove si sono svolti i lavori assembleari, i 19 seggi territoriali, uno per ogni zona che caratterizza la geografia associativa della Sezione.

Un’assemblea fuori dall’ordinario

Un’assemblea anomale, organizzata e gestita nel rispetto delle misure di sicurezza dettata dall’emergenza sanitaria, che come ha rimarcato il consigliere nazionale Mauro Bondi, nominato a presiedere i lavori, “si svolge secondo una formula particolare per noi che siamo abituati alla fisicità, ad essere sempre numerosi nei nostri ritrovi e tra la gente. Particolare perché salutiamo dopo 9 anni il nostro presidente Maurizio Pinamonti: lo salutiamo a distanza anche se l’abbraccio dei 24 mila alpini trentini sarebbe stato il giusto riconoscimento. Particolare perché, seppur nella continuità, si apre una nuova stagione per la nostra Sezione”.

Trento Merler, Frizzi, Pinamonti, Favero, FrigoUn lungo applauso al termine della relazione morale di Maurizio Pinamonti, l’ultima del suo mandato. Tutti in piedi in segno di riconoscenza nelle 20 le sedi collegate a distanza. E tanti occhi lucidi (nella foto da sinistra Merler, Frizzi, Pinamonti, Favero e Frigo).

“Nei cent’anni della nostra storia associativa, mai avremmo pensato di dover convocare il nostro importante incontro annuale attraverso i sistemi informatici e non poter incontrarci, abbracciarci, salutarci e dare la possibilità al presidente di ringraziarvi per il vostro impegno, la vostra dedizione e per avermi sempre accompagnato e sostenuto in questi miei nove anni di presidenza. Nove anni di impegno e intenso lavoro alla guida della grande famiglia verde, ricompensati però da tanti traguardi, emozioni e soddisfazioni che rimarranno per sempre impresse nel mio cuore e nella memoria. Dalla costruzione della casa dello sport “Tina Zuccoli” a Rovereto Secchia alla meravigliosa 91^ Adunata nazionale, dalla ricostruzione del Museo Nazionale Storico degli Alpini sul Doss Trent agli ultimi impegni nel combattere l’emergenza Covid-19: sono tanti i momenti indelebili. Ora è il momento di fare “zaino a terra”, anche se nell’immaginario collettivo, si sa, un alpino dovrebbe sempre tenerselo ben stretto sulle spalle. Al futuro direttivo chiedo un rinnovato impegno. E a Paolo Frizzi, il 18esimo presidente della Sezione Ana di Trento, un grande in bocca al lupo. A te affido i nostri soci nella convinzione che il tuo mandato fonda le sue basi sulla continuità associativa e su un’indiscussa fede alpina. Buon lavoro!”.

I saluti dei presenti

Il presidente dell’Ana nazionale Sebastiano Favero“Per gli alpini non esiste l’impossibile: lo dimostrano ogni giorno. In silenzio, senza clamori, ci siamo stati e ci siamo ancora in questo difficile momento: questa è la forza che ci accompagna. E questa è la forza che ha dimostrato Maurizio Pinamonti in questi anni di impegno alpino. Un’amicizia, la nostra, nata durante il servizio militare, e che da allora ci ha sempre legato. Hai portato avanti la Sezione di Trento con un modo di essere e di fare esemplari, riuscendo a trasmettere serenità e autorevolezza anche nelle sfide più ardue. Preparati perché non è ancora il momento di porre lo zaino a terra: sarai il presidente dell’assemblea nazionale dei delegati nazionale che si terrà a fine luglio: ti vogliamo ancora con noi. A Paolo Frizzi un grande augurio: condivido questa scelta e sono certo che con la tua determinazione, capacità di sintesi e spirito di servizio porterai avanti l’Ana di Trento nel migliore dei modi, trasmettendo questi valori ai più giovani”.

Il presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher: “Grazie a quello che fate da sempre per le nostre comunità, nelle valli, nelle periferie. Il vostro è un impegno gratuito, un’assunzione di responsabilità senza se e senza ma. Molti dei nostri paesi vivono grazie a voi, alle 261 gruppi e altrettante sedi sparse sul territorio: luoghi dove traspare socialità, generosità e voglia di fare. A tutti voi, al nuovo presidente e al futuro direttivo l’augurio di continuare su questa strada fatta di bontà, dialogo e ascolto”.

Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta: “Grazie di cuore. Ci siete sempre stati anche in questo periodo di emergenza sanitaria, con umiltà e grande efficienza, consegnando tablet e vestiti negli ospedali, presidiando i parchi cittadini e consegnando pacchi vivere a chi ne aveva bisogno. Gli anni appena trascorsi sono stati entusiasmanti, impegnativi e delicati. Penso alla 91^Adunata nazionale: un grande successo per la nostra città e la nostra provincia. Gli alpini sono una riserva di concretezza, motore di solidarietà, che continueranno – anche negli anni a venire – a rispondere alle esigenze della comunità. Gli alpini sono sintonizzati sui bisogni della gente e per questo non passeranno mai di moda”.

A portare un saluto virtuale all’assemblea anche il Comandante delle Truppe Alpine generale Claudio Berto, il presidente dei Nuvola trentini Giorgio Seppi e il presidente di Cassa di Trento, Lavis – Mezzocorona e Valle di Cembra e del Gruppo Cassa Centrale Banca Giorgio Fracalossi.

A moderare l’assemblea lo speaker di tante Adunate, Nicola Stefani.

Paolo Frizzi è il nuovo presidente “Sono un uomo fortunato perché ho avuto un nonno e un papà artiglieri alpini. Loro mi hanno mostrato la strada dell’associazionismo, un cammino lungo quasi 30 anni. Ho avuto il privilegio di servire il mio Paese con il cappello alpino ben piantato in testa. E ho avuto il privilegio di essere al fianco di Maurizio in questi anni vissuti sempre al massimo: insieme abbiamo raggiunto tante vette, condividendo fortune, soddisfazioni e molta esperienza. La Sezione di Trento – e non me ne vogliano le altre – resta sempre la migliore, anche se gli anni passano e i presidenti cambiano. Noi ci siamo e non ci tireremo mai indietro: questo, tra l’altro, è l’anno del nostro anniversario di vita associativa. A tutti noi, quindi, i migliori auguri”.

Una Sezione, quella di Trento, che oggi conta 23.544 soci, di cui 17.528 alpini e 6.016 soci aggregati. I Gruppi, nelle 19 zone, sono 261. Nel corso del 2019 gli alpini trentini hanno lavorato gratuitamente in favore di chi ne aveva bisogno per un totale di 137.867 ore e hanno devoluto in beneficenza 249.042,68 euro.

 CONSIGLIERI ELETTI SEZIONE ANA TRENTO

1 Merler Renzo 13.750
2 Bertuol Roberto 13.325
3 Tezzele Mirko 12.150
4 Pezzato Gregorio 12.150
5 Boscarato Stelvio 11.950
6 Coletta Rocco 11.850
7 Zanghellini Stefano 11.625
8 Panizza Claudio 11.500
9 Zorzi Marino 11.500
10 Boi Enrico 11.150
11 Frigo Carlo 10.425
12 Polla Maurizio 10.275
13 Zanoni Carlo 10.100
14 Pola Rinaldo 10.025
15 Raffi Remo 9.525
16 Carlini Franco 9.300
17 Loss Renato 9.025
18 Fellin Danilo 8.600
19 Bruni Bruno 7.600
20 Rinaldi Luciano 7.500

I NUOVI CAPIGRUPPO

- BLEGGIO: Luca Brena subentra a Silvano Brunelli
- BORGO VALS.: Denis Donati subentra a Fabio Casetti
- CAGNO’: Fernando Paternoster subentra a Marcello Paternoster
- CALCERANICA: Roberto Murari subentra a Vincenzo D’Angelo
- CAMPI DI RIVA: Marco Righi subentra a Ettore Malacarne
- CAVALESE: Alberto Vanzo subentra a Pasquale Vaia
- CASTELLO DI FIEMME: Daniele Cavada subentra a Narciso Bonelli
- CEOLA DI GIOVO: Brugnara Patrizio subentra a Alessandro Brugnara
- CIVEZZANO: Mauro Bonvicini subentra a Ettore Molinari
- FAI DELLA PAGANELLA: Salvatore Sigismondo subentra a Carlo Clementel
- FONDO: Remo Tosolini subentra a Aldo Covi
- GRIGNO: Ilario Cappello subentra a Paolo Bellin
- LASINO: Giuseppe Grotti subentra a Renato Pedrini
- LEVICO TERME: Aldo Tosi subentra a Walter Pohl
- LIVO: Aldo Pancheri subentra a Tullio Conter
- LOMASO: Carlo Giacomoni subentra a Tommaso Pohl
- MARCO: Pasquale Paladino subentra a Ervino Cuel
- MEZZOLOMBARDO: Alessandro Rizzi subentra a Mariano Concin
- MONTE GAZZA: Andrea Pisoni subentra a Sergio Miori
- MONTESOVER: Marcello Santuari subentra a Enrico Tonini
- NAVE SAN ROCCO: Renzo Malfatti subentra a Alfredo Moser
- NOGAREDO: Mariano Frapporti subentra a Enrico Tonini
- OLLE: Giuliano Ferronato subentra a Danilo Ferronato
- PIEVE DI BONO: Placido Bugna subentra a Andrea Scaia
- POZZA E PERA: Ferruccio Chenetti subentra a Luciano Vian (deceduto)
- RAVINA-BELVEDERE: Lorenzo Pegoretti subentra a Giovanni Bailoni
- ROVERETO: Gianpaolo Rosa subentra a Renato Zeni
- RUMO: Paolo Bonani subentra a Roberto Torresani
- SABBIONARA: Luca Cristoforetti subentra a Valentino Campostrini
- S.OROSLA: Ugo Paoli subentra a Italo Brol
- SPIAZZO-RENDENA: Angelo Bertini subentra a Claudio Capelli
- TRENTO CENTRO: Matteo Battaglino subentra a Paolo Frizzi
- VATTARO: Stefano Giovanetti subentra a Ivano Giacomelli
- VILLA AGNEDO-IVANO FRACENA: Flavio Sandri subentra a Bruno Buffa
- VOLANO: Gianfranco Andrighettoni subentra a Luciano Simoncelli

 CONGLIERI DI ZONA 

ZONA DESTRA ADIGE-DALLAPICCOLA TULLIO 4825
ZONA SOLE PEJO RABBI – PEDERGNANA CIRO 4875
ZONA SINISTRA ADIGE – TAMANINI PAOLO 4625
ZONA DESTRA AVISIO – GOTTARDI ANGELO 4400
ZONA ALTIPIANI – SLAGHENAUFI PAOLO 5425
ZONA AVISIO E PINE’ – DECARLI MARCO 4550
ZONA ROVERETO ZONA – NICOLODI FRANCO 4650
ZONA FIEMME E FASSA – DELLAGIACOMA TULLIO 4475
ZONA BASSA VALLAGARINA – LIBERA MAURIZIO 4875
ZONA ALTA VALSUGANA – D’ANGELO VINCENZO 4875
ZONA ALTO GARDA E LEDRO – GATTO MARIO 5100
ZONA VALSUGANA E TESINO – CEPPINATI OSVALDO 4300
ZONA TERME DI COMANO – CALDERA ATTILIO 4900
ZONA PRIMIERO VANOI – BETTEGA ALDO 5200
ZONA VALLE DEI LAGHI – PEDRINI RENATO 4675
ZONA GIUDICAIE E RENDENA – PEZZAROSSI FRANCESCO 6400
ZONA PIANA ROTALIANA – PEDRAZZOLLI GIOACCHINO 5300
ZONA MEDIA VAL DI NON – ZANOTELLI GUIDO 6000
ZONA ALTA VAL DI NON – BONINI ALFONSO 4925



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136