Ad

w

Ad
Ad


Volontariato e Terzo settore, accordo di programma in Trentino

venerdì, 3 settembre 2021

Quando:
18 settembre 2021@20:30–21:30 Europe/Rome Fuso orario
2021-09-18T20:30:00+02:00
2021-09-18T21:30:00+02:00

al via l’accordo di programma tra Provincia e Ministero per le attività di interesse generale

Sostenere un programma di interventi per l’implementazione di attività di interesse generale di livello locale da parte delle organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni del Terzo settore: è quanto prevede l’accordo tra la Provincia autonoma di Trento e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali il cui schema è stato approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia. Gli interventi dovranno riguardare una o più aree prioritarie, individuate nelle linee di indirizzo ministeriali e nell’accordo stesso.
Per il Terzo settore è previsto un fondo sul bilancio dello Stato destinato al trasferimento di risorse alle Regioni e alle Province di Trento e Bolzano in base alla consistenza della popolazione e al numero di enti presenti nei territori: per l’anno 2021 la somma messa a disposizione per il Trentino è di circa 500.700 euro, che verrà erogata all’avvio del procedimento per l’individuazione dei soggetti attuatori.

La misura ha precedentemente consentito alla Provincia, in attuazione dell’accordo stipulato alla fine del 2019, di finanziare 57 iniziative presentate da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale locali, per un importo complessivo di oltre 1,6 milioni di euro, al quale si sono aggiunte ulteriori risorse connesse all’emergenza Covid19 e attualmente in fase di valutazione, per un importo di oltre 572.000 euro.
Compete infatti alla stessa Provincia autonoma, una volta stipulato l’accordo, l’individuazione delle specifiche iniziative e dei soggetti di volontariato che le realizzeranno, secondo modalità non discriminatorie e trasparenti. Gli obiettivi di riferimento rientrano in pieno in quelli dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile: dal porre fine ad ogni forma di povertà all’assicurare salute e benessere per tutti, ma anche azioni per la promozione di opportunità educative, riduzione delle ineguaglianze ed altri su aree di intervento per realizzare modelli di sostenibilità. In Trentino sono centinaia le organizzazioni interessate, attive nel volontariato e nella promozione sociale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136