Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad
 
Ad


UST: incontro conclusivo online progetto “Terrorismo, Storie d’Italia”

mercoledì, 12 maggio 2021

Quando:
18 maggio 2021@11:00–12:00 Europe/Rome Fuso orario
2021-05-18T11:00:00+02:00
2021-05-18T12:00:00+02:00

Martedì 18 maggio, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, si terrà l’incontro conclusivo del ciclo «Terrorismo, storie d’Italia».  L’incontro, rivolto in maniera particolare agli studenti della provincia di Sondrio ma aperto a tutti, sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio (https://www.youtube.com/watch?v=37sAgeW97rk). Ospiti dell’incontro saranno lo scrittore Maurizio De Giovanni (I Racconti del Commissario Ricciardi, I Bastardi di Pizzofalcone, Mina Settembre…) e Diana Pezza Borrelli, che dagli anni ‘60 colse lo slancio per una vita di impegno verso il prossimo. Interverranno inoltre: Alberto Lo Presti, docente universitario e relatore del ciclo di incontri; Fabio Molinari, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio; Maria Rita Carmenini, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Damiani di Morbegno ed il Prefetto di Sondrio Salvatore Pasquariello, a cui saranno affidate le conclusioni.

NOTE SUL PROGETTO

 

Il progetto «Terrorismo, storie d’Italia» è promosso dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio per educare alla legalità ed al bene comune attraverso lo studio delle vicende storiche che, nella seconda parte del Novecento, hanno messo in pericolo la libertà e la democrazia in Italia. Hanno aderito gli istituti superiori Alberti di Bormio, Piazzi – Lena Perpenti di Sondrio, Pinchetti di Tirano.

Nei mesi di aprile e maggio, gli studenti hanno analizzato le visioni ideologiche, i protagonisti e le circostanze utili a capire le cause del terrorismo. Le conseguenze di quelle stagioni giungono fino ad oggi e, insieme all’insorgere di nuove forme di terrorismo, domandano apertura alla diversità e capacità di vivere in contesti multiculturali e multireligiosi. Per questo, gli studenti sono stati chiamati ad attualizzare i contenuti del corso, interrogandosi su temi e forme dell’impegno giovanile oggi.

Gli studenti delle sole classi che hanno partecipato all’intero corso saranno invitati a realizzare, autonomamente o in gruppo, un materiale inedito inerente il tema specifico o, più in generale, la legalità. In particolare si propone la realizzazione alternativa di un copione per un cortometraggio oppure di un elaborato scritto.

I materiali saranno analizzati da un’apposita commissione costituita dall’Ufficio Scolastico Territoriale. Il miglior copione sarà finanziato con un contributo di € 2.000 finalizzato alla sua realizzazione, mentre il miglior elaborato sarà finanziato con un contributo di € 1.000, finalizzati alla sua diffusione. Tali attività potranno svolgersi nei primi mesi dell’A.S. 2021/2022. I materiali saranno presentati nel corso di un’apposita cerimonia che si terrà attraverso la modalità della diretta streaming.




© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136