Ad
a
Ad
Ad


Lombardia, disabilità: a Palazzo Pirelli l’evento finale di “Young Inclusion”

giovedì, 23 giugno 2022

Quando:
23 giugno 2022@14:55–15:55 Europe/Rome Fuso orario
2022-06-23T14:55:00+02:00
2022-06-23T15:55:00+02:00

Si terrà domani pomeriggio all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli l’iniziativa “Musica che include”, evento di chiusura del progetto “Young Inclusion” sostenuto dal programma Interreg Italia-Svizzera e sorto allo scopo di recuperare e prevenire situazioni di grave marginalizzazione di giovani attraverso la costruzione e il consolidamento di community care per disabili, donne in situazione di disagio e ragazze con disturbo di personalità borderline.
Il progetto si conclude a fine giugno dopo 36 mesi di attività, durante i quali ha ricevuto 1 milione e 280mila euro di finanziamento per sostenere varie azioni inclusive, tra cui la promozione di attività di musicoterapia presso la cooperativa Sim-Patia di Valmorea (CO), che opera con persone con grave disabilità fisica.

L’evento finale, che avrà inizio alle ore 14.30 e sarà introdotto dai saluti del Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi e dell’Assessore regionale alla Famiglia, solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità Alessandra Locatelli, vedrà una dimostrazione delle tecniche musicoterapeutiche adottate presso la cooperativa comasca, con canto e strumenti, insieme a un’esibizione dell’Infinity Ensemble, la band che unisce ospiti di Sim-Patia con giovani normodotati allievi della scuola di musica Infinity Sound di Cavallasca (Co).

“Con i responsabili della cooperativa abbiamo condiviso questo percorso e l’autunno scorso abbiamo inaugurato insieme una nuova ala della loro struttura, costruita anche grazie a cospicue donazioni dei cittadini – evidenzia il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi –. L’ampliamento ha consentito anche la realizzazione della nuova sala destinata proprio allo svolgimento delle attività di musicoterapia, pratica efficace ed entusiasmante per aiutare le persone che hanno subito gravi traumi e necessitano di linguaggi diversi per comunicare. L’esperienza di Sim-Patia in questo campo -ha concluso il Presidente Fermi- rappresenta l’unione tra ricerca, investimenti in campo tecnologico, confronto multidisciplinare e proficua collaborazione tra diversi professionisti”.

“Siamo lieti di poter chiudere in una sede tanto prestigiosa il nostro progetto -sottolinea Irma Missaglia, presidente della Cooperativa Sim-Patia-. È il punto di arrivo di un percorso molto significativo che in questi tre anni, tutt’altro che semplici per tutto il Terzo Settore, ha messo Sim-Patia in dialogo con una pratica sempre più importante e innovativa anche nei percorsi di cura di persone con disabilità, la musicoterapia, che ora proseguiremo con le metodologie implementate lungo questo significativo cammino condotto col sostegno di Interreg”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136