Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Centro di Mobilità di Bressanone: iniziano i lavori

venerdì, 19 febbraio 2021

Quando:
1 marzo 2021@17:45–18:45 Europe/Rome Fuso orario
2021-03-01T17:45:00+01:00
2021-03-01T18:45:00+01:00

A Bressanone nei prossimi giorni inizieranno i preparativi per i lavori di costruzione del nuovo centro di mobilità. Per la viabilità intorno alla stazione di Bressanone questo significa concretamente la chiusura del parcheggio attuale da lunedì 1° marzo. A partire da questo giorno saranno a disposizione due parcheggi provvisori in via Velturno, subito dopo il sottopassaggio. I passeggeri potranno parcheggiare le loro auto anche sul parcheggio del Max. Da lunedì 1° marzo viale Stazione sarà chiuso al traffico veicolare a partire dalla rotonda. Gli autobus si fermeranno come sempre alle fermate lungo viale Stazione.

“La stazione di Bressanone sarà migliorata dal punto di vista funzionale e diventerà un nodo di interscambio. Il centro di mobilità, in futuro, sarà anche otticamente un biglietto da visita per Bressanone e per tutta la Valle Isarco” afferma l’assessore alla mobilità Daniel Alfreider. Nella riprogettazione dell’areale, sarà importante permettere trasferimenti rapidi e agevoli tra i diversi mezzi di trasporto e assicurare un buon collegamento tra le varie opzioni di mobilità. Per questo presso il nuovo centro di mobilità in futuro saranno disponibili quasi 1.000 posteggi per biciclette. Dal parcheggio sotterraneo per biciclette, sarà possibile arrivare direttamente, senza barriere e comodamente ai binari.

La STA – Strutture Trasporto Alto Adige SpA, società inhouse della Provincia di Bolzano, è stata incaricata della realizzazione del centro di mobilità. “Inizieremo prima con i lavori al parcheggio attuale, che in futuro conterà circa 200 posti auto,  compresi gli spazi per veicoli elettrici, completi di punti di ricarica. Seguiranno i lavori per la realizzazione della fermata autobus coperta, dove un moderno sistema di informazioni per i passeggeri fornirà informazioni sui collegamenti di autobus e treni” spiega il direttore generale della STA Joachim Dejaco. Inoltre, nel nuovo centro di mobilità di Bressanone saranno disponibili 16 posti auto per la sosta breve e 40 posteggi per moto e scooter.

“In questo modo l’intera zona sarà ulteriormente valorizzata. Il nuovo centro di mobilità non sarà solo uno snodo di interscambio per la mobilità pubblica per residenti e ospiti, ma costituirà un biglietto da visita per la città e un progetto lungimirante, che finalmente vedrà la luce” afferma il sindaco Peter Brunner.

Il centro di mobilità di Bressanone è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

Video: https://youtu.be/5L3Dk8UekuQ



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136