Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Spaccio a Trento, 42enne arrestato dalla Polizia di Stato

La Squadra Volante trova sull'auto mezzo chilo di cocaina e 106.490 euro

Trento - Non si ferma all’ “alt” della Polizia di Stato, scatta l’inseguimento e viene trovato in possesso di più di mezzo chilo di cocaina e di 106.490 euro: arrestato. Il personale della Squadra Volante della questura di Trento ha proceduto all’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di un cittadino albanese di 42 anni.

Nello specifico, gli operatori avevano approntato un posto di controllo all’altezza dell’abitato di Mattarello. Al sopraggiungere da sud di un’autovettura, l’equipaggio ha effettuato la consueta procedura di segnalazione di “Alt Polizia” con il dispositivo di segnalazione manuale in dotazione. A bordo del veicolo era presente il solo conducente, soggetto peraltro a prima vista non noto agli operatori; costui, mostrandosi assolutamente incurante all’imposizione di arresto, ha proseguito la marcia verso la vicina statale 12, tangenziale di Trento.

Gli operatori si sono posti all’immediato inseguimento a bordo di autoveicolo con colori d’istituto, hanno effettuato ulteriori avvisi con il dispositivo di segnalazione manuale in dotazione e con i dispositivi luminosi, al fine di far accostare il conducente.
Nonostante le ripetute segnalazioni effettuate, il conducente non si è mostrato intenzionato a fermarsi.

Solamente dopo un ulteriore tratto, a seguito anche dell’avvicinamento dell’autovettura di servizio all’auto in transito, il conducente ha accostato in una delle piazzole prossime all’uscita di Trento Sud. L’equipaggio ha proceduto così all’identificazione del guidatore, soggetto gravato da pregresse segnalazioni per reati contro il patrimonio, per violazioni sulla normativa degli stranieri e falso documentale, nonché da una segnalazione per porto di armi ed oggetti atti ad offendere.

Fin dai primi istanti il cittadino albanese ha evidenziato un eccessivo stato emotivo, tanto da far insospettire il personale che potesse celare armi o strumenti di effrazione all’interno dell’automobile. Per tale circostanza, l’equipaggio ha proceduto ad un’accurata perquisizione.

Nel corso dell’ispezione dell’autovettura gli operatori hanno individuato un assemblaggio irregolare delle componenti plastiche ed hanno pertanto proceduto ad un controllo ancor più minuzioso; ciò ha permesso di scoprire un doppio fondo ricavato nei pressi della plancia centrale dell’auto, al cui interno è stato rinvenuto un panetto di cocaina del peso di 542 grammi, unitamente ad 11 mazzette di banconote che, sottoposte a conteggio tramite apparecchiatura elettronica, hanno restituito la somma complessiva di 106.490 euro. Il 42enne è stato arrestato in flagranza, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto nel carcere di Trento.
Ultimo aggiornamento: 18/06/2024 19:47:55
POTREBBE INTERESSARTI
A metà novembre gli avversari saranno i romeni dell'Arcada Galati
La Procura attende le memorie difensive degli indagati
I carabinieri rintracciano la piccola e la riaffidano alle autorità competenti sana e salva
ULTIME NOTIZIE