Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Scoperta produzione di marijuana a Bolzano, denunciato 42enne

Intervento della Squadra Volante della città altoatesina

Bolzano - Intervento della Squadra Volante nella zona industriale di Bolzano. Dopo la richiesta d'intervento urgente pervenuta alla Centrale Operativa della questura sono stati inviati gli equipaggi della Volante della Polizia di Stato in via Avogadro e i poliziotti risalivano all’origine dei rumori, bussando alla porta e chiedendo di entrare.

Dopo aver aperto il portone, usciva in strada un uomo che affermava di essere il proprietario del magazzino; lo stesso, inoltre, riferiva agli agenti di essere in compagnia di un amico, che non vi erano anomalie e che era tutto a posto; tuttavia, il nervosismo e lo stato di evidente ed ingiustificata agitazione mostrati dal soggetto, uniti ad un fortissimo odore di cannabis provenire dall’interno, insospettiva i poliziotti a tal punto da decidere di procedere di iniziativa ad una perquisizione personale e locale ai sensi della vigente normativa antidroga.
Alla domanda a cosa fosse dovuto quell’intenso odore di cannabis, l’uomo, nel vano tentativo di sviare i sospetti degli agenti ed evitare la perquisizione riferiva di aver fumato marijuana con un amico, anch’egli presente all’interno del magazzino.

La perquisizione, infatti, dava esito positivo in quanto, occultato da un pannello scorrevole in legno, veniva scoperto un box segreto con all’interno 71 piante di marijuana, stese per favorire il processo di essiccazione.

Nella stanza segreta, inoltre, venivano rinvenute numerose lampade speciali per favorire lo sviluppo della piantagione, ventilatori e sistemi di irrigazione e di filtraggio dell’aria, oltre a materiale per il confezionamento dello stupefacente e 3 bilancini di precisione, nonché contenitori vari con all’interno marijuana ed hashish in quantità ancora da definire.

Nell’occasione, nascosto in un anfratto del magazzino nel tentativo di sottrarsi al controllo della Polizia, veniva individuato l’amico di C.M., un 34enne bolzanino gestore di un negozio di “cannabis Light” che si trova in centro città.

Condotto in questura, il titolare del magazzino veniva identificato in C. M., bolzanino di 42 anni sconosciuto alle forze di polizia; al termine degli atti di Polizia Giudiziaria veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano per il reato di produzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, mentre le piante di marijuana e l’intero magazzino venivano posti sotto sequestro.

In considerazione di quanto emerso dalle indagini – concludenti relativamente al fatto che la “attività imprenditoriale” messa in atto da C. M. nel campo della coltivazione della cannabis sia tutt’altro che improvvisata ma, a al contrario, intrapresa a livello assolutamente professionale – il Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori ha emesso nei confronti di quest’ultimo la Misura di Prevenzione Personale dell’Avviso Orale, prevista dal Codice delle Leggi Antimafia.
Ultimo aggiornamento: 25/06/2024 15:04:55
POTREBBE INTERESSARTI
Per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni
Ric4rche in corso da parte dei vigili del fuoco di Riva del Garda
A causa di un incidente ad Artogne, strada chiusa in mattinata
Bolzano - Prosegue incessantemente l’operato dell'Arma dei carabinieri di Bolzano e della Guardia di Finanza. Non...
Bolzano - La Squadra Mobile, a seguito di diverse denunce di furti commessi nei negozi all’interno dei centri...
ULTIME NOTIZIE
Trento – La Dolomiti Energia Trentino inizierà il suo percorso europeo con un grande classico, ossia la lunga trasferta...
Pinzolo (Trento) - Per la seconda estate consecutiva il Torino Football Club 1906 sceglie Pinzolo per il ritiro...
Milano - L’arbitrato CAM è più rapido e può risultare più conveniente di una causa civile ordinaria. Sfatato, dunque, il...