Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Rovereto, festa oltre il coprifuoco: quattro ragazzi sanzionati

lunedì, 1 marzo 2021

Rovereto – Proseguono i servizi straordinari di controllo del territorio della Polizia di Stato a Rovereto (Trento): festa fin dopo mezzanotte, sanzionati quattro ragazzi.

L’intensificazione dei servizi straordinari di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato è proseguita anche nei giorni scorsi, con risultati ragguardevoli per quanto riguarda il numero di persone e di veicoli controllati, con l’obiettivo di garantire a tutti i cittadini di godere di ogni angolo della città in questo sprazzo di inizio di primavera.

Accanto al controllo ai fini di sicurezza e prevenzione è proseguito anche quello del rispetto delle normative in tema di coronavirus, con una decina di esercizi pubblici controllati ed un’incessante opera di allertamento e sensibilizzazione effettuata soprattutto nel fine settimana per richiamare i cittadini al rispetto del distanziamento al fine di non creare assembramenti soprattutto nei luoghi più frequentati, a partire dal centro storico fino ad arrivare alle piste ciclabili.

Nel corso dei servizi sono state elevate sanzioni ad un bar cittadino per aver somministrato delle bevande non in modalità da asporto ed a tre persone provenienti da fuori comune presenti la sera in città senza una valida motivazione.

Inoltre, nella serata di sabato, intorno alla mezzanotte, l’equipaggio della Squadra Volante del Commissariato è intervenuto in un condominio dove da un appartamento provenivano grida e musica ad alto volume che, a quell’ora, disturbavano non poco i vicini.

Suonato il campanello, i poliziotti si sono trovati di fronte una ragazzina minorenne che, in assenza dei genitori, aveva organizzato una festa con altri tre amici, tra i 15 ed i 16 anni, incuranti sia delle norme sul distanziamento ed il divieto di recarsi presso abitazioni private sia di quelle sul coprifuoco. Rispediti a casa, ai ragazzini ed ai loro genitori è stato poi notificato un verbale di sanzione amministrativa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136