Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Vallelaghi premia i propri giovani campioni

mercoledì, 4 dicembre 2019

Vezzano - Il Comune di Vallelaghi ha premiato i propri gioielli: omaggio a Baldessari, Bressan e al Fraveggio. Se il Trentino è la provincia italiana con il più alto tasso di abitanti che praticano un’attività sportiva, il comune di Vallelaghi porta un contributo non indifferente a questo primato. Foto di Marco Miori.

premiati 2Proprio il suo elevato tasso di sportività, che attiene sia al numero di persone attive sia al numero di associazioni che operano sul territorio, ha stimolato l’amministrazione comunale a istituire un premio per omaggiare i cittadini che hanno raggiunto importanti risultati.

A Vezzano, nella sala di rappresentanza del municipio, sono stati così festeggiati tre interpreti, due atleti e una squadra, di tre discipline diverse, che hanno dato lustro alla comunità negli ultimi anni. premiatiIl sindaco Gianni Bressan ha consegnato il riconoscimento alla mezzofondista Irene Baldessari, al pallavolista Tiziano Bressan e al team di calcio a 5 del Fraveggio.

La prima si è distinta per il bronzo conquistato ai recenti Campionati Europei di Minsk nella staffetta mista svedese, insieme a Riccardo Tamassia, Giuseppe Leonardi e Giulia Riva, dopo aver vinto il titolo italiano assoluto sulla distanza degli 800 metri nel 2018 e numerosi titoli giovanili in precedenza. Il secondo è stata premiato per i già lunghi trascorsi fra serie B, A2 e A3, campionato che sta disputando con la maglia dell’Avs Bolzano.

In quanto al Fraveggio Calcio a 5, nella passata stagione è riuscito a vincere il campionato di C2 e a regalarsi una storica promozione in C1, a soli cinque anni dalla fondazione: a ritirare il premio è stato il dirigente Patrick Scarpari. Alla cerimonia hanno preso parte anche Fulvio Viesi, presidente della Fidal Trentina, e Norbert Bonvecchio, membro della giunta del Coni trentino. Entrambi, dopo il sindaco Gianni Bressan, hanno ricordato il ruolo importantissimo, sia sul piano educativo sia sul piano della prevenzione sanitaria, svolto dallo sport in ogni comunità e il grande impegno che la popolazione della valle dedica ad esso da generazioni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136