Ad
Ad


Trento: critiche sul nuovo bacino artificiale alle Viote

lunedì, 8 agosto 2022

Trento – Il bacino artificiale alle Viote torna alla ribalta e per contrastare l’intervento Marco Ianes, consigliere comunale dei Verdi ecologisti e civici, ha presentato in municipio 680 firme. L’ipotesi di un bacino artificiale alle Viote per l’innevamento artificiale voluto da Trento Funivie ha scatenato reazioni e sono giunti inviti a Trento Funivie, affinché eviti l’utilizzo di terreni delle Asuc.

“Ricordo che era stato stralciato dal Prg grazie ad un mio emendamento in consiglio comunale a Trento, ma qui gli interessi tornano prepotentemente, senza tutela dell’ambiente. Eppure potrebbe esserci un’alternativa meno impattante per soddisfare tutti… In un contesto prezioso per la biodiversità si vuole realizzare un’opera impattante a dismisura per l’equilibrio di un biotopo naturale tra i pochi ancora integri in Europa.
C’è anche una soluzione alternativa, per garantire sostenibilità economica agli operatori del monte Bondone, ma anche per tutelare l’ambiente della piana delle Viote”, commenta il consigliere comunale Marco Ianes.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136