Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Martedì, 31 gennaio 2023

Segale 100% Valtellina, il progetto cresce

Sondrio - Il progetto “Segale 100% Valtellina” è green e affonda le sue radici nella storia: le sementi antiche utilizzate hanno attraversato i secoli e sono arrivate fino ai giorni nostri. La segale prodotta esclusivamente nel territorio della provincia di Sondrio, poi trasformata in farina, viene impiegata nella produzione di un tipo di pane davvero unico.


L’iniziativa, giunta quest’anno alla settima edizione, è ideata e promossa dall’Unione Commercio e Turismo della provincia di Sondrio tramite l’Associazione Panificatori e Pasticceri attiva al suo interno, con la collaborazione di Coldiretti Sondrio.


In particolare, la segale proviene dai campi coltivati a Teglio dalle aziende agricole di Andrea Fanchi e Martina Opiatti che provvedono anche all’essicazione.


Il progetto ha ‘guadagnato terreno’: la produzione è passata dai 40 quintali del 2016, anno del debutto, ai 140 quintali ottenuti nel 2022.


Nel novembre scorso, la segale è stata avviata alla macinazione presso un mulino autorizzato e oggi l’ottima farina prodotta è già a disposizione dei panifici aderenti, che da subito hanno iniziato a produrre e offrire alla clientela le prelibate ciambelle.


"Desidero ringraziare – sottolinea il presidente dell’Associazione Panificatori Luigi Cao - sia le aziende agricole sia i 14 panificatori impegnati in questa nuova edizione. Sono tasselli importanti che si inseriscono in una più ampia strategia progettuale, orientata ad essere inclusiva di tutte le eccellenze valtellinesi: dal turismo all’enogastronomia, a tutto ciò che attiene all’alimentazione sana basata sui prodotti locali di qualità con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il nostro territorio.

Invito tutti i panificatori - conclude Cao – a far parte di questo progetto e a chiamare l’Associazione per avere tutti i dettagli".


"Ci stiamo impegnando nello sviluppo di progetti di filiera che valorizzino i prodotti delle aziende agricole a chilometro zero - spiega Silvia Marchesini, presidente provinciale di Coldiretti Sondrio e la ‘segale 100% Valtellina’ è perfetta sintesi di questo orientamento".


L’importante iniziativa si può fregiare del ‘Marchio Valtellina’ attribuito dalla Camera di commercio di Sondrio: sui rinnovati sacchetti del pane è ben visibile il nuovo logo scelto per rappresentare il nostro territorio e le sue eccellenze.


"Abbiamo sempre creduto in questo progetto perché ha consentito di offrire un prodotto diverso ai consumatori che hanno dimostrato di gradirlo – spiega Andrea Fanchi, presidente dell’associazione che riunisce i produttori di cereali alpini tradizionali – c’è sempre più attenzione riguardo alla qualità e alla naturalità dei prodotti che si acquistano e il pane fatto con la nostra segale risponde in pieno a queste richieste. Il prosieguo di questo progetto va nella direzione di valorizzare e promuovere il territorio, facendo riscoprire antichi sapori e tradizioni".


Le ciambelle di segale sono disponibili in genere ogni weekend, ma anche in altri giorni della settimana (comunque in base al calendario di produzione di ciascun panificio).


Il pane di ‘SEGALE 100% VALTELLINA’ è prodotto nei panifici presenti su tutto il territorio, dalla Valchiavenna all’Alta Valle.


Ecco i punti vendita: BALGERA in via Dolzino 40/c, a Chiavenna; DOSI in via Sterlocchi 10, a Chiavenna; AL PRESTINEÈ in via Rebiatti 4, a Mese; PEDRONCELLI in via Colico 85/gh, a Piantedo; LA BOTTEGA DEL PANE in via Garibaldi 80, a Morbegno; CAO in via Cairoli 20, ad Ardenno, e in piazza della Libertà a Buglio in Monte; LA BOTTEGA DEL DOLCE in via Fiume 31, a Sondrio; LEONI in via Ca’ Bianca 32, a Sondrio; RIGAMONTI in via Gerone 7/a, ad Albosaggia e in piazzale Toccalli 22 e nelle vie Caimi 19 e Piazzi 90, a Sondrio; F.LLI LENATTI in via V Alpini 10, a Chiesa in Valmalenco; BRESESTI in via Nigola 25, a Teglio in frazione San Giacomo; DELLE COSTE in piazza Basilica 38, a Tirano; LANFRANCHI in via Borgonuovo 7, a Valdidentro frazione Premadio; ZINI in via Pienz 29, a Livigno.


Per adesioni: Associazione Panificatori e Pasticceri dell’Unione Commercio e Turismo della provincia di Sondrio (Luca Borzi, tel. 0342-533311; e-mail: luca.borzi@unione.sondrio.it).

Ultimo aggiornamento: 31/01/2023 00:38:37
POTREBBE INTERESSARTI
Verrà utilizzato in Trentino Alto Adige e Triveneto
Desenzano dle Garda (Brescia) - L’ospedale di Desenzano ha recentemente aumentato l'offerta specialistica aprendo un...
Contà (Trento) - Si è tenuta nella sede municipale di Cunevo, una delle frazioni assieme a Terres e Flavon del Comune di...
ULTIME NOTIZIE
Livigno – Dopo Flora, fresca di riconferma del titolo Mondiale Junior di Big Air, vinto poche settimane fa proprio sulle...
Trento - "Carcere di Trento: a fare le spese del naufragio del progetto è il personale, Si verificano ormai con...
Egna (Bolzano) - Le autorità competenti del Land Tirolo e delle Province Autonome di Trento e Bolzano hanno diffuso i...