Ad
a
Ad
Ad


In Trentino scoppia la querelle mascherine sui mezzi pubblici

domenica, 3 luglio 2022

Trento – Obbligo utilizzo mascherine sui mezzi pubblici di trasporto, la consigliera provinciale di Trento, Katia Rossato (Fratelli d’Italia): “La Provincia intende esonerare gli autisti?”. 

“Ho evidenziato l’obbligo di utilizzo delle mascherine Ffp2 sui mezzi pubblici di trasporto, prorogato al 30 settembre 2022 dal Consiglio dei Ministri che ha recentemente approvato un decreto-legge. E’ da evidenziare come ciò rappresenti una condizione di grande difficoltà per gli autisti e di potenziale rischio per la sicurezza degli stessi lavoratori e dell’utenza. Va infatti considerato che – con le alte temperature del periodo estivo e dovendo lavorare in postazioni con barriere fisiche mobili o permanenti – le mascherine possono talvolta limitare il campo visivo durante la guida, far appannare gli occhiali o incidere negativamente sulla capacità respiratoria degli autisti. Proprio in virtù di ciò, nella vicina Provincia di Bolzano, già da tempo non vige alcun obbligo di protezione di bocca e naso per i conducenti, che sono chiamati a indossare la mascherina solamente mentre salgono o scendono i passeggeri. Si sottolinea inoltre come le forze sindacali si stiano muovendo per chiedere al Governo nazionale di lasciare agli autisti la libertà di decidere sull’utilizzo della mascherina in funzione del riempimento dei mezzi o di altri fattori di rischio valutati dagli stessi lavoratori. Ho chiesto quindi alla Giunta provinciale se vi sia l’intenzione – anche a seguito di un confronto con il Governo nazionale e tenendo conto di quanto già messo in atto sui mezzi del trasporto aereo – di emanare un provvedimento ad hoc per esonerare i conducenti dei mezzi pubblici di trasporto trentini dall’utilizzo della mascherina. L’assessore Gottardi ha risposto che la Giunta sta monitorando l’evoluzione normativa nazionale che prevede l’obbligo della mascherina per gli autisti e la maggioranza delle imprese aderenti a Astra hanno adottato questa linea ed ha concluso dicendo che in base alla valutazione dell’andamento epidemiologico, la Giunta è orientata a togliere l’obbligo della mascherina. Auspico che, tutto quanto premesso, possa essere preso in considerazione con esito favorevole al più presto”, sostiene la consigliera provinciale Katia Rossato.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136