Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Il Consorzio Trento Iniziative si rinnova e pensa al futuro

sabato, 30 gennaio 2021

Trento – Dopo venti anni, Giorgio De Grandi lascia la presidenza del Consorzio Trento Iniziative ma resta in squadra per traghettare al meglio il futuro dell’organizzazione di volontariato che valorizza il centro storico di Trento. Al suo posto Enrico Faes, volto noto nel mondo del volontariato, pronto a presiedere l’ente per i prossimi tre anni, accompagnato da Massimo Piffer, Camilla Girardi, Cristina Marzari e proprio Giorgio De Grandi.

“Consolidare il rapporto umano attraverso l’arte e la cultura, sfruttando le opportunità del digitale”. In questa frase è racchiusa la rinnovata visione del Consorzio Trento Iniziative, storica organizzazione di volontariato del centro storico di Trento che per anni ha organizzato e condotto l’attività di animazione dei commercianti del capoluogo di Provincia.

A presentare la programmazione 2021-2023 è stato il neo eletto presidente del Consorzio Enrico Faes, già presidente della Federazione Trentina delle pro loco e loro Consorzi, della quale, Faes “vorrebbe portare la genuinità dello spirito volontaristico ed il modello organizzativo”.

“Una sfida stimolante – prosegue Faes – soprattutto in considerazione della necessità di lavorare al fianco dei commercianti per sviluppare insieme a loro una transizione digitale che possa permettergli di resistere ai mutamenti veloci del mondo del commercio. Ecco perché nella nostra visione, condivisa appieno con tutti i portatori di interesse del Consorzio, tra cui al primo posto il Comune di Trento, abbiamo inteso mettere al centro il digitale e la cultura come strumenti sui quali fare leva per riportare le persone a ritornare sempre più all’interno dei negozi ad apprezzare il valore aggiunto del rapporto umano”.

“Attraverso l’utilizzo di strumenti digitali appositamente pensati siamo convinti sia possibile riportare le persone a vivere a pieno i luoghi storici del commercio, in particolare quello della città di Trento. Unitamente a questo siamo convinti che attraverso la proposta di iniziative artistiche e culturali all’interno degli spazi commerciali del città, si possa creare un nuova forza attrattiva che possa contribuire a far diventare Trento una città alpina europea riconosciuta ed imitata”.

La programmazione 2021 prevede la proposta preventiva di tre attività, una per la primavera, una per l’estata ed una per il Natale. “Tre attività in cui i negozi, le vetrine e la città di Trento saranno protagonisti – afferma Faes – motivo per il quale partiremo a breve con la campagna associativa 2021. Abbiamo bisogno di esprimere al meglio anche le voci dei commercianti e fare sintesi delle loro idee per poter trasformare e affinare al meglio la proposta di animazione artistico-culturale che abbiamo strutturato: il nostro delicato lavoro di consiglieri del consorzio, sarà proprio quello di raccogliere le istanze dalla base e trasformarle in azioni concrete, nel limite delle nostre disponibilità di tempo. Sono sicuro che l’entusiasmo che ci ha fatto scegliere di intraprendere questa nuova avventura, unito all’esperienza di chi come Giorgio e Massimo, da anni vivono la città di Trento, ci permetterà di condurre al meglio la nostra attività e di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

Pieno il sostegno e la condivisione della nuova visione del Consorzio anche da parte del Comune di Trento. “Abbiamo condiviso insieme il percorso di definizione della nuova visione del Consorzio – afferma l’assessore Bozzarelli – e confidiamo davvero molto nel rinnovato spirito e nella determinazione del nuovo direttivo per portare sulla città progetti ed iniziative che possano essere anche da volano significativo per il turismo. Auguriamo buon lavoro al Presidente ed al direttivo, davvero fiduciosi che sapranno raccogliere ottimi risultati”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136