Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Garda Trentino: nuovo itinerario di MTB per emozionare i biker

Riva del Garda (Trento) - Una nuova variante MTB per emozionare i biker nel Garda Trentino. Inaugurato il trail che si sviluppa sui percorsi 732 e 734 a Riva del Garda. Si tratta del primo percorso progettato interamente dall’ApT, localizzato nei pressi di Malga Grassi, una delle zone più conosciute e amate da residenti e ospiti. Sono più di 50 gli itinerari bike che percorrono il Garda Trentino, per un totale di quasi 1500 km, per scoprire sulle due ruote un territorio che affascina ad ogni sua curva, discesa e salita. Da oggi, alla variegata proposta che la destinazione offre se ne aggiunge uno nuovo, pronto ad emozionare i biker più audaci.


Si tratta della nuova variante per Mountain Bike che interessa parte dei percorsi 732 e 734 nella zona che, da Malga Grassi, scende verso Riva del Garda, inaugurata ieri. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri: il presidente di Apt Garda Trentino Silvio Rigatti e il direttore Oskar Schwazer di Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A., i custodi forestali, il team dei Garda Rangers e la bike Ambassador del territorio Eleonora Farina che ha testato per prima la variante.


“Un sentito ringraziamento agli attori che hanno reso possibile questo nuovo percorso, il primo ‘homemade’ in Garda Trentino: in primis ai Garda Rangers che hanno eseguito i lavori, al corpo forestale, al Comune di Riva del Garda e al reparto di project management dell’APT con Stefania Oradini ed Emanuele Biagi. Il lavoro è stato pensato appositamente per la Mountain Bike e segue gli standard IMBA che intendiamo applicare anche per i prossimi percorsi” , ha dichiarato il presidente di Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A.

Silvio Rigatti.


La variante, oltre ad arricchire l’offerta bike, si presenta come un’importante novità per il territorio: si tratta infatti del primo percorso interamente progettato e realizzato da Garda Dolomiti S.p.A., in collaborazione con il Comune di Riva del Garda, il Corpo Forestale, la geologa Alice Ferrari e il Consulente Outdoor APT Angelo Seneci.


Nello specifico, il nuovo percorso è compreso tra Capanna Grassi e l’abitato di Campi sulla destra orografica del rio di Val di Gelos a una quota variabile tra i 1100 e i 1010 m s.l.m. e si sviluppa per circa 470 metri con un dislivello negativo di 90 e una larghezza di 1,20 come previsto dagli standard IMBA (International Mountain Bicycling Association). “La decisione di applicare gli standard IMBA riguarda anche il concetto di sicurezza, un tema importante che rientra tra i parametri che intendiamo seguire anche sui progetti futuri nel nostro territorio”, ha aggiunto il il Direttore di Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A. Oskar Schwazer.


L’intervento, eseguito dalla squadra dei Garda Rangers, in collaborazione con Arco Pegaso, si è reso necessario a seguito del cedimento del sentiero originale che ha interessato l’area e che ha portato alla progettazione di un nuovo tratto di percorso per bypassare la zona soggetta a smottamenti. “Il tracciato è nato dall’esigenza di trovare un’alternativa a un percorso che era stato oggetto di una frana. Essendo un progetto ex novo, è stato possibile seguire i criteri IMBA che da una parte garantiscono un’esperienza ottimale per i biker, dall’altra una lunga durata del sentiero con interventi minimi di manutenzione ordinaria” - ha spiegato Emanuele Biagi del reparto project management di Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A.


"Il risultato finale di questo lavoro è davvero ottimo ed è bellissimo che questo sia stato possibile grazie alla collaborazione di più persone: seppur non troppo lungo, si tratta di un percorso morbido, con sassi e curve, sul quale potersi divertire ma anche allenare" , ha concluso la bike Ambassador territoriale Eleonora Farina.

Ultimo aggiornamento: 22/09/2023 04:52:34
POTREBBE INTERESSARTI
Lo stadio di Carciato ospita il confronto con l’Anaune Val di Non
Nella sede del Coni la cerimonia: l'elenco dei "rappresentanti" della provincia a Parigi 2024
I fatti del 5 giugno 1999 sarebbero legati al giro delle scommesse clandestine
Sono in corso accertamenti per chiarire le cause
Mondiali della Vela Giovanile sul Garda per 418 velisti da 70 nazioni
Risultati e classifiche della manifestazione "alla ceca"
ULTIME NOTIZIE