Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Edolo: open day a Unimont, le novità del corso di laurea

sabato, 16 maggio 2020

Edolo – E’ stato presentato stamattina in videoconferenza il corso di laurea in “Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano” dell’Università della Montagna con sede a Edolo (Brescia). Sono intervenuti i docenti del corso, la professoressa Anna Giorgi, direttrice del centro di ricerca di Ge.S.Di.Mont e il sindaco Luca Masneri. Un centinaio gli studenti collegati in videoconferenza per un vero e proprio open day virtuale.

Professor BischettiIl professor Giambattista Bischetti (nella foto), responsabile del corso di laurea, ha introdotto l’open day, illustrato obiettivi formativi, sbocchi professionali e articolazione del corso della laurea triennale e snocciolato numeri su attività e studenti.

Luca MasneriIL SINDACO MASNERI - Nel saluto di apertura dell’open day il sindaco di Edolo, Luca Masneri (nella foto), ha evidenziato le peculiarità di Unimont: “Insegnare la montagna in un ambiente montano è sicuramente un punto di vantaggio su altre realtà, questo rende Unimont unica nel panorama nazionale“. Inoltre – ha proseguito Luca Masneri – “accanto all’elevata formazione, Unimont offre grandi opportunità agli studenti e tra i punti di forza spiccano la capacità di vivere e radicarsi sul territorio”.

Il primo cittadino di Edolo ha fatto riferimento anche alle attività collaterali, ad esempio quelle sportive del Cus Milano che vengono svolte a Edolo, ma anche il coinvolgimento a gruppi e associazioni del territorio edolese, con studenti che sono rimasti in Valle Camonica e hanno avviato un’attività imprenditoriale. “Unimont – ha concluso il sindaco Masneri – sta portando avanti un lavoro importante e ciò che fa la differenza sono le persone che animano le istituzioni, in particolare le realtà del territorio edolese e per questo è un’eccellenza non solo per il nostro territorio, ma a livello lombardo e nazionale“.

Unimont 01

IL PROFESSOR BISCHETTI – “Questa sede – ha spiegato il professor Bischetti – propone una serie di seminari, con imprenditori, operatori del settore che danno la possibilità di accrescere la formazione professionale durante il corso“.

La didattica – ha proseguito il professor Bischetti – è innovativa e punta su una specializzazione su diversi argomenti“. Il professor Bischetti ha posto l’accento sulla piattaforma online, con lezioni a distanza, come è avvenuto con l’emergenza Covid-19. “Noi – ha sottolineato il professor Bischetti - dopo il blocco delle lezioni del 24 febbraio siamo stati in grado in breve tempo di erogare servizi agli studenti e proseguire nella nostra attività. Questa modalità la ritengo fondamentale anche in futuro“.

Il professor Bischetti ha illustrato didattica, ubicazione di Unimont, numeri di iscritti che sono sempre più importanti. “Un dato che colpisce - ha affermato il professor Bischetti – è quello relativo agli studenti che si immatricolano altrove e dal secondo anno proseguono e concludono gli studi a Edolo“.

anna giorgiLA PROFESSORESSA GIORGI - La professoressa Anna Giorgi (nella foto) ha fatto riferimento alla “Terza missione”, con lo stretto legame al territorio, in particolare con il Comune di Edolo gli enti locali e territoriali (Provincia e Regione), oltre alle imprese della Valle Camonica. “Durante il corso di Laurea – ha detto la professoressa Anna Giorgi – gli studenti vivranno in un ambiente montano e questo è un grande vantaggio, soprattutto di conoscenza dell’ambiente e delle attività cjhe vengono svolte sul territorio“. Rivolgendosi agli studenti la professoressa Giorgi ha detto: “Dovete pensare e scegliere in base alle vostre passioni“.

Infine la professoressa ha ricordato i seminari che sono frequentatissimi, quindi alle specializzazioni e agli assegni di ricerca con progetti innovati. “Questa è una realtà viva che dal cuore delle Alpi ha legami a livello nazionale e internazionale – ha concluso la professoressa Giorgi -. Noi puntiamo su giovani che vogliamo fare impresa e che puntano a vivere in montagna“.

universita montagna unimontLa seconda parte dell’open day è stato dedicato all’incontro con studenti che stanno frequentando il corso e laureati di Unimont che hanno raccontato le loro esperienze nei vari campi, dalla ricerca alle varie attività nell’ambito montano.

Infine l’intervento del professor Alberto Tamburini ha illustrato tutti i dettagli sulle modalità di ammissione e di iscrizione previste per l’anno accademico 2020/2021, con un numero di posti disponibili al primo anno di corso fissato a 75 posti.(info: https://vtatm.cdl.unimi.it/it/iscriversi).

di A.Pa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136