Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Orienteering, per il trentino Scalet record mondiale di scalata al Monte Sinai

mercoledì, 11 novembre 2020

Monte Sinai – Per il trentino Scalet record mondiale di scalata al Monte Sinai. Riccardo Scalet (PWT Italia), campione di Orienteering residente in Trentino, ha completato la scalata del monte Sinai (detto anche monte Horeb, 5 km con 790 metri di dislivello) nel tempo record di 35’17”. Foto @Fiso.it.

scaletIl Tempo di salita è stato certificato dallo Seikh Ahmed della tribù di Jebelia (responsabile della sicurezza del Monastero di Santa Caterina). La partenza è avvenuta dal Monastero di Santa Caterina alle ore 6.30 locali. In passato le migliori prestazioni sono state ottenute da Cristian Rougier in 44’21” e da Max Calderan in 46’.

Queste le dichiarazioni di Riccardo Scalet, subito dopo aver stabilito il record: “Sono onorato di aver corso su una montagna di straordinaria importanza spirituale e storica. Sono stato accompagnato nella preparazione da un team perfettamente  organizzato, composto da Domina Travel, il consolato Italiano di Sharm, la tribù beduina Jebelia ed il PWT Italia. A tutti loro il mio grande grazie. Queste montagne mi ricordano molto la catena del Lagorai, vicino a casa”.

All’impresa di Riccardo Scalet sono intervenuti anche, Fabio Brucini - Console onorario italiano a Sharm El Sheikh, Giovanni Cavalieri, general manager Domina Coral Bay, Ulu  Aeschlimann, manager Ulu’s Reisewelt, Gabriele Viale, team manager PWT Italia.

Il Monte Sinai con i suoi 2.285 metri di altezza è la seconda montagna più alta dell’Egitto dopo il Monte Caterina (2.637 m). La partenza della salita è avvenuta dal Monastero di Santa Caterina, monastero del VI secolo dedicato a Santa Caterina d’Alessandria. E’ il più antico monastero cristiano ancora esistente e sorge alle pendici del monte Sinai (Horeb) dove, secondo la tradizione, Mosè avrebbe parlato con Dio nell’episodio biblico del roveto ardente e dove egli ricevette i comandamenti. Data particolare il 10 Novembre, stesso giorno in cui Mosè ascese al Monte Sinai. Il rientro in Italia è previsto per oggi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136