Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Giro d’Italia: Tao Geoghegan Hart vince al Sestriere, Jai Hindley nuova maglia rosa

sabato, 24 ottobre 2020

Sestriere – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) ha vinto la ventesima tappa del 103esimo Giro d’Italia, da Alba a Sestriere di 190 km dopo il cambio di percorso con ‘taglio’ di Izoard e Colle dell’Agnello. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Jai Hindley (Team Sunweb) e Rohan Dennis (Team Ineos Grenadiers).

Tao Geoghegan Hart foto credit LaPresseTao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) e Jai Hindley (Team Sunweb) sono a pari merito in testa alla classifica generale. Hindley è la nuova Maglia Rosa grazie ai centesimi della cronometro.

Sulla linea del traguardo l’inglese ha preso 10″ di abbuono contro i 6″ dell’australiano che aveva però battuto il corridore della Ineos Grenadiers al traguardo volante e preso 3″ di abbuono contro i 2″ di Geoghegan Hart. L’ex leader della generale Wilco Kelderman (Team Sunweb) è arrivato al traguardo dopo 1’35″ (nella foto credit LaPresse l’arrivo al Sestriere e la nuova maglia rosa  Jai Hindley).

RISULTATO DI TAPPA
1 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) – 190 km in 4h52’45″, media 38.941 km/h
2 – Jai Hindley (Team Sunweb) s.t
3 – Rohan Dennis (Team Ineos Grenadiers) a 25″

CLASSIFICA GENERALE
1 – Jai Hindley (Team Sunweb)
2 -Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) s.t.
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 1’32″
4 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 2’51″
5 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 3’14″

MAGLIE

Jai Hindley foto credit LaPresseMaglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Jai Hindley (Team Sunweb)
Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Jai Hindley (Team Sunweb)

I COMMENTI - Il vincitore di tappa Tao Geoghegan Hart, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Sono felice per me, per la mia squadra e per il Giro, oggi è stata una tappa bellissima! La crono di domani sarà questione di gambe, il percorso è breve, spero di avere una buona giornata e un po’ di fortuna, poi si vedrà”.

La Maglia Rosa Jai Hindley, subito dopo l’arrivo, ha affermato: “Incredibile, non ho parole. Fin da piccolo sognavo di indossare la Maglia Rosa: è un enorme onore per me, non ci credo ancora. Nella cronometro di domani io e Tao partiremo con lo stesso tempo, farò del mio meglio”.

GRAN FINALE – Sarà una situazione senza precedenti nella storia del Giro e dei grandi giri, con due corridori, Hindley e Geoghegan Hart, a pari merito in testa alla generale alla vigilia dell’ultima tappa. Hindley è la nuova Maglia Rosa grazie ai centesimi della cronometro (86 centesimi). Sul traguardo di oggi l’inglese ha preso 10″ di abbuono contro i 6″ dell’australiano che aveva però battuto il corridore della Ineos Grenadiers al traguardo volante e preso 3″ di abbuono contro i 2″ di Geoghegan Hart.

Domani l’ultima frazione, la Cernusco sul Naviglio-Milano di 15.7km. Jonathan Dibben (Lotto Soudal) sarà il primo corridore a partire alle 13:40. La Maglia Rosa Jai Hindley (Team Sunweb) partirà per ultimo alle 16:12. L’ordine di partenza può essere scaricato da questo link.

LE PILLOLE STATISTICHE

Seconda vittoria di tappa al Giro per Tao Geoghegan Hart dopo Piancavallo. Vince due traguardi in salita alpini (Piancavallo e Sestriere), ripetendo l’impresa del suo connazionale e compagno di squadra Froome nel 2018 (Zoncolan e Bardonecchia).
Prima Maglia Rosa per Jai Hindley, la 28a per l’Australia, che raggiunge il Lussemburgo all’8° posto di tutti i tempi.
Due corridori in testa alla classifica generale con lo stesso tempo prima della crono conclusiva: non era mai successo prima al Giro. I distacchi minimi nella classifica finale del Giro d’Italia sono 11’’ tra Fiorenzo Magni e Ezio Cecchi nel 1948, 12’’ tra Eddy Merckx e G.B. Baronchelli nel 1974, 13’’ tra Fiorenzo Magni e Fausto Coppi nel 1955, 16’’ tra Ryder Hesjedal e Joaquim Rodriguez nel 2012. Hesjedal aveva preso il via della crono finale di Milano con un ritardo di 31’’.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136