Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Conclusa la stagione velica, Bergamaschi: “Garda riscoperto da giovani e atleti”

giovedì, 19 novembre 2020

Salò (A.Pa.) – La stagione della vela nella XIV zona della Federvela (FIV) si è conclusa con una grande partecipazione alle diverse iniziative e regate promosse dai circoli. La XIV zona FIV, presieduta da Rodolfo Bergamaschi (nella foto), è una delle più importanti nel panorama nazionale e conta su una cinquantina di sodalizi affiliati, più i laghi di Idro e Ledro, quelli alpini di Caldonazzo e Caldaro, fin su, quasi, in Austria con il lago di Resia, a sud fino a Parma, Crema e Cremona, Mantova, tra est e ovest Verona e Bergamo con lo Yacht Club dei Mille e la Play Sport Academy.

Rodolfo Bergamaschi - FIVPresidente Bergamaschi, come è andata la stagione della XIV zona FIV?

La stagione è andata molto bene, al di là delle previsioni d’inizio estate. Noi ci siamo preparati al meglio, seguendo tutte le prescrizioni e i protocolli e la risposta è stata molto positiva. Il Garda è divenuto ancor più importante e da parte di giovani e meno giovani, atleti e appassionati di vela c’è stato un elevato interesse. Direi che è stato il riscatto dello sport all’aperto e la vela ha risposto alle esigenze della gente. Sono molto soddisfatto di questa stagione“.

Il progetto “Ritrova la bussola” ha coinvolto tanti ragazzi?

C’è stato un boom di iscrizioni di ragazzi che hanno aderito al progetto “Ritrova la bussola” la proposta avanzata dalla Federvela e l’elevato numero di adesioni ha messo in crisi i nostri circoli. Le iniziative erano articolate dalla barca al  windsurf per fine al kite e tutte le persone che si sono avvicinate sono rimaste entusiaste. La vela si è riscoperta come sport formativo, sicuro e immerso in un ambiente salubre e in un’annata particolare come quella che stiamo vivendo ha saputo dare una risposta importante“.

Zerbini - Bergamaschi - Santelli 1Tra i progetti che avete portato avanti, anche quello sociale, coinvolgendo ragazzi e persone disabili…

Abbiamo programmato iniziative per le persone diversamente abili, per ogni fascia d’età e abbiamo promosso eventi multidisciplinari, in particolare a Campione del Garda (nella foto) che ha catalizzato l’attenzione di gruppi e associazioni. Avevamo programmato un evento anche per il 6 novembre scorso, a conclusione dell’attività svolta durante la stagione, purtroppo abbiamo dovuto sospendere tutto per il lockdown legato alla pandemia“.

A livello agonistico si sono svolte numerose regate e il Garda ha catalizzato l’interesse a livello nazionale.

Quest’anno il Garda è stato riscoperto per regate di carattere nazionale, ad esempio il Campionato Italiano Optimist che tra fine agosto e inizio settembre ha richiamato un migliaio di giovani atleti, con un indotto importante per le realtà dove si sono svolte le regate. Il lago di Garda – per la sua ampiezza e capacità di accogliere atleti – è stato individuato come ideale per manifestazioni del genere ed ha soddisfatto le esigenze di tutti i circoli e della Federazione. Agli Assoluti, ma anche nelle altre regate, abbiamo avuto atleti, suddivisi tra le varie località, e non ci sono stati problemi di sicurezza. Inoltre gli atleti dei circoli del Garda hanno dimostrato il loro valore conquistando i principali trofei a livello nazionale e facendosi valere anche in quei pochi eventi internazionale – ad esempio in Slovenia -che si sono disputati“.

Francesco Ettorre - FIVLa Federvela, con il presidente Ettorre e la campionessa Sensini hanno seguito i diversi eventi?

Il presidente della FIV, Francesco Ettorre (nella foto ad Arco) e la campionessa Alessandra Sensini ci sono stati vicini, hanno assistito alle principali regate, Campionati italiani Optimist e sono rimasti entusiasti dell’organizzazione messa a punto dai circoli. Inoltre sin dai primi giorni di apertura a giugno, in particolare ai Vela days il presidente Ettorre ha visitato i nostri circoli, incontrando presidenti, staff e atleti. Invece la campionessa olimpica Alessandra Sensini (nella foto in basso) con il personaggio “Ale Surfini” ha lanciato cinque messaggi rivolti al pubblico sui valori della vela che hanno catturato l’attenzione dei più giovani, avvicinandoli alle diverse discipline“.Alessandra Sensini - Arco Trento

Cosa le rimarrà dell’ultima stagione caratterizzata dall’emergenza coronavirus?

Ha fatto conoscere la vela, che è una grande opportunità per chi fa sport all’aperto, e c’è la massima sicurezza. Il Garda, ma anche altri laghi, sono l’ideale per tutte le discipline sia dal punto di vista del clima sia per gli ampi spazi che offre. I circoli hanno garantito a terra la sicurezza, partendo dal distanziamento e dalla mascherina, poi uscire in barca ha dato un senso di libertà. A tutti i circoli va il ringraziamento per come si sono attrezzati e seguito da vicino i ragazzi, ma anche per l’assistenza agli atleti che si preparavano o partecipavano alle diverse regate“.

E’ già possibile dare uno sguardo al 2021?

Sarà una stagione particolare, perché cade con le Olimpiadi. Il calendario è già definito e sul Garda avremo delle regate internazionali, ad esempio Mondiale classe Optimist. Ritegno che dalla prossima primavera sul Garda avremo tanti atleti che inizieranno, già in aprile e maggio, la preparazione all’evento più importante d’inizio estate. Poi avremo il Mondiale Temper a Torbole. Inoltre il Garda tornerà ad ospitate eventi internazionali, come negli scorsi anni, poi avremo tantissime regate zonali“.

Il 2021 sarà l’anno delle Olimpiadi, come vede il più importante appuntamento agonistico?

A Tokyo 2021 ci sarà Ruggero Tita, trentino e atleta cresciuto e affermato sul Garda e tutti faremo un grande tifo per lui. Le Olimpiadi sono da sempre il principale appuntamento per gli atleti e l’auspicio è che la vela italiana, dopo un anno travagliato per il Covid, a Tokyo 2021 sia in grado di tener fede alla sua tradizione, ricca di successi e medaglie“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136