Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Biathlon, IBU Cup: Soerum e Andersson vincono la Supersprint. Le classifiche

giovedì, 13 febbraio 2020

Val Martello – Prima delle tre giornate di IBU Cup di biathlon, oggi in Val Martello, con la Norvegia a mettere il primo sigillo d’oro grazie a Vebjoern Soerum che ha chiuso in solitaria la Supersprint. Chapeau anche alla svedese Ingela Andersson che, grazie ad un finale fulminante, ha bruciato le velleità della russa Pavlova. Foto @Newspower.

andersson biathlon newspowerÈ stata una giornata da incorniciare per gli organizzatori della ASV Martello, che hanno riassettato lo stadio dopo il recupero di IBU Cup dello scorso weekend. Gara Supersprint con le qualifiche a scremare i migliori 30 tra i maschi e le femmine. Prima sorpresa l’esclusione di tutti gli azzurri, con Didier Bionaz out dalla finale per un soffio (31°) e gli altri oltre i primi 40: Chenal (43°), Zini (48°), Braunhofer (54°) e Giacomel (73°).

Il migliore in qualifica, e unico sempre a centro al poligono, il francese Emilien Claude, con l’atteso tedesco Schempp e Guigonnat alle sue spalle, atleti che ancora sperano in una convocazione ad Anterselva.

Partito col pettorale n. 9 Soerum ha faticato a farsi largo nel gruppone, tanto che il primo giro è transitato attardato rispetto all’ucraino Tyshchenko, velocissimo allo start.

Il norvegese al poligono è stato impeccabile, sempre a bersaglio senza errori sia nel tiro prono che in piedi. È uno specialista delle sprint, due ori mondiali junior la scorsa stagione, nuovo oro pochi giorni fa. È stato nel finale che ha trovato il guizzo vincente sul tedesco Schempp, atleta dal curriculum interessante e di grande esperienza. Il tedesco ha lasciato sul campo 8”2 e nel finale ha dovuto difendersi dal russo Kirill Streltsov, finito poco distante a 8”6.

La russa Pavlova era partita ben determinata e si è messa a condurre, con la svizzera Baserga alle calcagna, mentre la svedese Andersson faticava ad agganciare la coppia di testa. La gara si è decisa nell’ultimo giro. Al tiro in piedi conclusivo sia la Andersson che la Pavlova erano in errore, mentre la Baserga era a zero penalità, ma proprio sull’ultima salita la Andersson lanciava l’attacco – probabilmente inatteso dalla russa e dalla svizzera, culminato con una vittoria cristallina con ben 8”1 sulla Pavlova e 13”9 sulla Baserga.

Dalle qualifiche hanno avuto accesso due azzurre, una convincente, almeno nella prima fase, Alexia Runggaldier addirittura col 10° tempo, e Nicole Gontier col 22°. In gara le cose sono andate diversamente. Il primo giro è filato liscio, addirittura l’altoatesina si è accodata alle prime, nel secondo giro al tiro prono ha pagato due errori, determinanti per la performance finale. È finita 19.a ma a fine gara era serena: “Non è andata come volevo, il mio tiro non è quello di sempre, in qualifica è andata meglio, ero contenta, il primo tiro è stato perfetto, poi ho sbagliato, ho fatto un 3 e ho dovuto fare due giri di penalità e da lì non ho più potuto recuperare. Era difficile tornare sotto, vedrò di fare meglio sabato e domenica”.

La Gontier poco precisa al tiro è finita invece 25.a. Fuori dopo le qualifiche Samuela Comola (34.a), Irene Lardschneider (38.a) e Beatrice Trabucchi (44.a). Ora una giornata di pausa, sabato in Val Martello si riprende con la sprint di 10 km per i maschi e 7,5 km per le donne, poi domenica l’epilogo con la pursuit, e nel primo pomeriggio giù il sipario per una stagione internazionale davvero intensa, due appuntamenti di IBU Cup e uno di IBU Junior Cup.

CLASSIFICHE
Supersprint – Men

1 Soerum Vebjoern NOR 14:15.1; 2 Schempp Simon GER +8.2; 3 Streltsov Kirill RUS +8.6; 4 Birkeland Lars Helge NOR +10.5; 5 Fratzscher Lucas GER +10.7; 6 Cisar Alex  SLO +15.7; 7 Tyshchenko Artem UKR +17.2; 8 Lesiuk Taras  UKR +22.2; 9 Gjesbakk Fredrik NOR +24.2; 10 Tomshin Vasilii RUS +27.2

Supersprint – Women

1 Andersson Ingela SWE 16:05.1; 2 Pavlova Evgeniya RUS +8.1; 3 Baserga Amy SUI +13.9; 4 Slivko Victoria RUS +20.1; 5 Scherer Stefanie GER +21.5; 6 Schneider Sophia GER +24.1; 7 Nikulina Anna RUS +32.0; 8 Kaisheva Uliana RUS +35.9; 9 Zdouc Dunja AUT +44.1; 10 Grue Eline NOR +46.2



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136