Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Voragine si apre nel ghiacciaio del Mandrone: scatta l’allarme

mercoledì, 26 agosto 2020

Passo del Tonale – Il ghiacciaio del Mandrone si sta ritirando anno dopo anno e in questi giorni si è aperta una voragine nelle parte finale. Il comandante Maffeo Comensoli, pilota di Elimast, durante il sorvolo del ghiacciaio ha notato quella voragine che si è aperta sul Mandrone, tra l’altro in una zona crepacciata, e lanciato l’allarme sui rischi per escursionisti e alpinisti che in questo periodo frequentano le cime di Presena e Presanella e i ghiacciai dell’Adamello.

Mandrone - ghiacciaio 02 - GdvDurante il sorvolo della zona - spiega Maffeo Comensoli di Elimast – ho notato la nuova voragine sul Mandrone che si sta sempre più ritirando”. Da alcuni decenni i ghiacciai si stanno ritirando e il Mandrone rischia nell’arco dei prossimi decenni di scomparire. Gli esperti dell’Università di Milano stanno monitorando tutti i ghiacciai alpini e il ritiro è costante ovunque.

Sul Mandrone gli esperti prevedono che nei prossimi anni nella parte finale si amplierà il laghetto, così come accaduto per i Pisgana. Infine gli scenari futuri – proseguendo il surriscaldamento del pianeta – prevedono che entro il 2040 i ghiacciai alpini resisteranno solo oltre i 3500 metri di altitudine.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136