Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


La razza bruna dell’Azienda Presanella di Vermiglio regina de La Fera dei Set di Ossana

lunedì, 9 settembre 2019

Ossana – A Ossana, nonostante il freddo e il maltempo, è andata in scena la festa gli allevatori della Val di Sole. La regina de La Fera dei Set, la tradizionale fiera del bestiame e del mercato che si è tenuta ieri a Ossana, è l’esemplare di razza bruna alpina portata all’esposizione dall’Azienda agricola Presanella di Vermiglio.

ossana feraAnche quest’anno, nonostante la pioggia battente, la fiera, organizzata dall’Unione Allevatori Val di Sole in collaborazione con il Comune di Ossana, i ristoratori di Ossana, la Scuola Enaip di Ossana, l’Azienda per il turismo della Val di Sole, la Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole, la Casse Rurale Val di Sole e con il patrocinio della Federazione Provinciale Allevatori, ha richiamato tanti curiosi e appassionati, proponendo una riflessione sul tema dell’allevamento di montagna e della sostenibilità.

Anche quest’anno la fiera ha offerto attrattive per tutti i gusti: il mercato tradizionale, le mostre cunicola e avicola con più di 130 esemplari, quella micologica con centinaia di specie, il mercato contadino, e l’esposizione di piccoli canarini. Ma come tutti gli anni a portare grande fascino a questa due giorni dedicata all’agricoltura è stata la mostra delle vacche che ieri presentava circa 100 capi. Come di consueto al termine della manifestazione è stata proclamata la vacca “Regina” e cioè la vincitrice dell’esposizione.

“Una grande soddisfazione è vedere che, nonostante il tempo, 12 aziende delle 13 preiscritte hanno partecipato all’esposizione, perché sia per il contadino, ma anche per le bestie stesse, è un grande sacrificio vivere una giornata così piovosa. È un buon segnale di riconoscenza da parte di tutti – commenta il presidente degli Allevatori della Val di Sole Lorenzo Andreotti –. Inoltre ci tengo a ringraziare tutti i presenti e soprattutto l’amministrazione comunale di Ossana che come tutti gli anni si impegna per aiutarci nella preparazione di questo evento e ci sostiene anche dal punto di vista economico. Anche questo aspetto non è poi da tutti” conclude Lorenzo Andreotti.

Questa edizione ha visto inserirsi anche due importanti novità: una degustazione di mieli curata dall’Associazione Apicoltori delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi, ma soprattutto l’inaugurazione ufficiale del nuovo negozio di alimentari plastic free “La dispensa”. Durante la cerimonia sono intervenuti sia il sindaco di Ossana Luciano Dell’Eva e il presidente della Coldiretti di Trento Gianluca Barbacovi. Durante il suo intervento il sindaco ha auspicato che “l’apertura di un locale plastic free possa essere da esempio per altri negozi presenti nella nostra valle e non solo visto che questo punto vendita è una cosa pressoché unica sia per il Trentino, ma anche a livello nazionale. Rispettare l’ambiente in questo momento permetterà alle generazioni future di vivere in un mondo migliore rispetto a quello di oggi”. Dello stesso pensiero è anche il presidente Barbacovi che ha invitato i presenti a seguire le orme dei titolari de “La dispensa” di Patrizia Pedergnana, Giacomo Bertolini e Marina Panizza, per avere un mondo più pulito e sano.

Infine il sindaco Dell’Eva dice che “dal punto di vista organizzativo alla fiera di quest’anno non è mancato nulla di ciò che era stato promesso nonostante il tempo sia stato brutto quasi tutto il giorno: infatti, c’erano sia il mercato, ma anche tutte le mostre degli animali che tra l’altro sono state anche di alta qualità. Questo aspetto è confermato dai giudici delle diverse competizioni. Inoltre c’è grande soddisfazione per avere riportato la fiera al suo antico splendore visto che quindici anni fa era ormai ridotta ai minimi termini. Questo però è anche un grande traguardo storico visto che la nostra fiera fu una delle prime a essere concessa dal Principe Vescovo nel 1600”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136